Cerca

Dopo due giorni

L'Isis rivendica l'attentato attraverso l'agenzia di stampa

L'Isis rivendica l'attentato attraverso l'agenzia di stampa

L'isis ha rivendicato l'attentato di Nizza attraverso la propria agenzia di stampa  Anaq. La rivendicazione arriva due giorni dopo la strage sulla Promenade del Angles la notte del 14 luglio. Una strage che ha provocato 83 morti e un centinaio di feriti."L'autore dell'operazione di Nizza è uno dei soldati dello Stato islamico".  Il messaggio è stato rilanciato dal gruppo Site, che monitora le attività jihadiste sul web.- Mohamed Lahouaiej-Bouhlel "ha risposto agli appelli che incitavano a colpire i cittadini dei paesi della Coalizione".

Nuove minacce - Poco dopo l’annuncio attraverso la sua agenzia Amaq, l’autoproclamato Stato Islamico (Is) torna a rivendicare la paternità della strage di Nizza, in un comunicato letto dalla sua radio ufficiale al-Bayan. "In risposta agli appelli dello Stato islamico (Is) di bersagliare i paesi partecipanti alla coalizione crociata, che stanno combattendo il Califfato, un soldato dei soldati dell’Is, in una nuova operazione di qualità, si è scagliato, utilizzando un grande camion, contro cittadini della Francia crociata, durante la loro celebrazione della Festa Nazionale a Nizza", ha esordito cosi lo speaker della radio, che diffonde il suo notiziario anche via web. "L’operazione ha causato la morte di quasi un centinaio ed il ferimento di altre decine di persone, in un bilancio destinato ad
aumentare a causa della gravità delle lesioni subite", hanno ribadito i terroristi che poi minacciano "le Nazioni crociate dovranno capire che, qualunque sia il grado di mobilitazione e le misure di sicurezza adottate, non saranno immuni ai colpi dei mujahiddin, che
continueranno, Dio piacendo, a bersagliarli nelle loro case". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog