Cerca

Nuovo libro

Hitler è fuggito da Berlino. Quando è morto e dov'è sepolto

Hitler è fuggito da Berlino. Quando è morto e dov'è sepolto

Un nuovo libro aggiunge particolari inediti e strabilianti alla presunta fuga di Adolf Hitler da Berlino. Si intitola "Hitler in exile" ("Hitler in esilio") ed è stato scritto dallo storico Abel Basti. Il quale segue la ricostruzione effettuata dai "teorici della fuga", per i quali il Fuhrer ha lasciato nel bunker un suo sosia ed è fuggito dalla cancelleria del Reich all'aeroporto di Tempelhof attraverso un tunnel sotterraneo. Li avrebbe raggiunto via aerea la Spagna o le Canarie, dove poteva contare sull'aiuto e la protezione dell'amico Francisco Franco. E avrebbe poi attraversato l'Atlantico in nave o in sottomarino (uno dei famosi U-Boot), approdando sulle coste argentine e raggiungere il Paraguay, protetto dal dittatore Alfredo Stroessner.

Hitler avrebbe vissuto il resto della sua esistenza ad Asuncion, dove secondo Basti sarebbe morto il 3 febbraio 1971. Dice lo storico: "C’era un accordo com gli Stati Uniti affinché Hitler scappasse e non cadesse nelle mani dell’Unione Sovietica. Famiglie facoltose lo hanno aiutato e sono state responsabili dell’organizzazione del suo funerale. Hitler è stato seppellito in un bunker sotterraneo che ora è un elegante hotel nella città di Asunciòn. Nel 1973, l’entrata al bunker è stata sigillata e 40 persone diedero l’ultimo saluto a Hitler". Anche Eva Braun avrebbe raggiunto il Sudamerica. Visse nella città di Bariloche, poi a Buenos Aires, almeno fino a 90 anni, dopodiché si sono perse le sue tracce

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • boss1

    boss1

    18 Luglio 2016 - 10:10

    comunque sia alla fine è sempre morto.

    Report

    Rispondi

  • maxdemax

    maxdemax

    18 Luglio 2016 - 09:09

    E' molto probabile che si sia suicidato. In quanto capo dell'esercito, ha chiesto a milioni di persone il sacrificio, ed è probabile che alla fine ha fatto la stessa cosa. Se conviene alla propaganda di una parte o dall'altra creare il mito che era ancora in vita allaora esce la storia altrimenti no. La storia viene scritta dai vincitori, e non sempre è quella giusta.

    Report

    Rispondi

  • Ben Frank

    Ben Frank

    17 Luglio 2016 - 18:06

    Certo! Adolf e Eva sono fuggiti da Berlino a cavallo della bufala, che di tanto in tanto un furbacchione qualsiasi propina ai nostalgici dei "bei tempi andati", riempiendosi le tasche con i quattrini, che i suddetti allocchi sborsano, per comprarsi il "sogno proibito"!

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    17 Luglio 2016 - 08:08

    Dunque zio Adolf è proprio morto? Peccato! Fosse ancora in vita, gli dare in appalto il servizio di derattizzazione dell'Europa dagli islamici integralisti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog