Cerca

Il dettaglio di cui nessuno parla

Golpe, da dove sono partiti i caccia: ecco la prova che inchioda Obama

Barack Obama e Erdogan

Per cercare di capire quello che sta succedendo in Turchia forse è il caso di partire da un dettaglio che mi pare sia sinora sfuggita ai giornali e alla televisioni del nostro bel Paese. Molte volte i dettagli rivelano più delle grandi analisi politologiche degli esperti. Erdogan è più forte o più debole? Si è fatto il golpe da solo, o un gruppo di militari turchi ha tentato il colpaccio? Lasciamo queste domande ai molti esperti che occupano paginate di giornali e spazio televisivo.

Il dettaglio di cui nessuno vi ha parlato: da dove sono partite le prime squadriglie di caccia militari che per primi hanno attaccato e bombardato gli edifici istituzionali dello Stato e del governo di Ankara? Ovviamente da una base militare, ma guarda il caso si tratta di una base militare americana: la base aerea di Incirlick, utilizzata dagli americani per colpire la Siria. Erdogan deve averlo capito abbastanza presto perché ha subito deciso la chiusura della base e fatto arrestare un generale.

Un secondo dettaglio: da dove è partita la notizia di cui tutti hanno invece parlato poi rivelatasi falsa di un Erdogan in fuga nei cieli sopra Berlino? Dai Merkel, fammi scendere … Da una rete di informazioni televisiva americana la Nbc, che noi ovviamente senza controllarne la fondatezza abbiamo ripreso in tutti i telegiornali.

Come mai la Nato non è intervenuta subito a sostengo di uno Stato membro, come avrebbe dovuto fare, ma ha aspettato l' evolversi della situazione, come del resto gli Stati Uniti e l'UE, con una Mogherini che rilascia dichiarazioni al limite del ridicolo? Questo non è più un dettaglio, ma una domanda grande come una casa.

È evidente: gli americani non possono tollerare un Erdogan che riconosce il suo errore e riallaccia rapporti diplomatici con Putin, il Putin che ha sconfitto da solo l'ISIS in Siria, e la cosa brucia agli americani da morire. La Turchia, Paese della Nato, che si allea con la Russia ? Proviamoci allora col colpetto, dopo aver fallito quello in Ucraina (sempre in funzione antirussa), chissà che non possiamo rifarci in Turchia. Mal che vada si alimenta il caos globale, e anche questo va bene per chi sta perdendo il proprio dominio imperiale.

Postilla: secondo notizie che non sono peraltro confermate Erdogan sarebbe in procinto di chiudere anche la base militare di Gaziantep, in cui si trovano 135 militari italiani. Lo so, prioritario è il reddito di cittadinanza senza dimenticare i rifiuti di Livorno, ma non sarebbe il caso che qualche forza politica, dopo aver controllato la notizia, chiedesse di richiamare in patria i nostri militari al più presto?

di Paolo Becchi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bozzicolonna

    22 Agosto 2016 - 23:11

    interessante l'articolo..però per motivi diversi dai precedenti i pentapellati ex comunisti.. concordo con il fatto che l'accostare il casino estero con il cesso italiano non ha senso.. cosa volete che facciano i nostri 4 (beh diciamo 40.000 e passa) coglioni che ci "governano"??.. l'unica cosa che sanno è dove è la bocca per mangiare ed il culo per cagare (quando va bene).

    Report

    Rispondi

  • orsettinoit

    19 Luglio 2016 - 13:01

    Tenendo sempre a mente che al governo abbiamo il pd, chi mi spiega l'accostamento con il FINTO caso spazzatura di Livorno? Il sindaco Nogarin cosa dovrebbe fare per la Turchia? Per Livorno sta facendo tantissimo , compreso un bel concordato preventivo per la municipalizzata della spazzatura...per i turchi cosa dovrebbe fare?? Veleno ,siete talmente pieni di veleno che lo schizzate dappertuttto

    Report

    Rispondi

    • bozzicolonna

      22 Agosto 2016 - 22:10

      orpo di bacco orsetto.. non hai senso del ridicolo..mmm sei davvero un ottimo comunista sai?.. chissà se le barzellette le capisci

      Report

      Rispondi

  • orsettinoit

    19 Luglio 2016 - 13:01

    Trovo stupido l'accostamento ai 5 stelle nella parte finale dell'articolo . Primo al governo c'è renzi e la maggioranza parlamentare è del partito democratico quindi il suo appello sig. Becchi lo faccia all'attuale governo e...qui arriviamo al secondo punto , governo che NULLA a che fare con il reddito di cittadinanza, anzi l'osteggia vedendo in esso la possibilità di perdere utili schiavi.

    Report

    Rispondi

  • AndreaV

    18 Luglio 2016 - 15:03

    "la NATO avrebbe dovuto intervenire subito in favore di uno Stato Membro". Consiglio a Becchi di leggersi il trattato Nord Atlantico. La fattispecie dell'attacco armato, che legittima l'intervento delle parti in difesa dello Stato attaccato, è intesa, per il diritto internazionale, come un'azione intrapresa da uno Stato terzo direttamente ovvero attraverso gruppi armati a questi riconducibile

    Report

    Rispondi

    • bozzicolonna

      22 Agosto 2016 - 23:11

      vero.. !! altrimenti la nato agirebbe come i russi con gli ungheresi.. cosa peraltro entusiaticamente approvato dall'italo napolitano... Comunque in quegli anni mi sarebbe piaciuto vedere cosa sarebbe successo se in turchia od in italia i comunisti avessero vinto le elezione.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog