Cerca

Germania sotto attacco

Monaco, la testimonianza di un italiano: barricati dentro Eataly

Monaco, la testimonianza di un italiano: barricati dentro Eataly

"Siamo chiusi dentro Eataly Monaco già da un paio d'ore. Uno di questi attentatori è arrivato sulla strada sparando, però non è entrato qui da noi. Abbiamo sentito gli spari, c’è stato un putiferio generale. La paura è stata tanta. Siamo scesi giù nei magazzini e ci siamo barricati". È il racconto di Graziano Toma, 41 anni, dipendente di Eataly nel capoluogo bavarese.

Al momento, spiega, sono tutti ancora fermi lì dentro, in attesa che la situazione torni alla normalità. "Qui - dice - siamo circa centocinquanta tra clienti e lavoratori, tra cui una cinquantina di italiani. Fuori c’è il coprifuoco. Abbiamo invitato la clientela a non lasciare il locale e stiamo distribuendo delle bottiglie d’acqua".

Eataly è nel centro di Monaco, è distante dal centro commerciale Olympia, che si trova nel nord della città. "La situazione - prosegue - sembrerebbe sotto controllo ormai, ma non abbiamo notizie certe e non sappiamo come rientrare. I mezzi pubblici sono fermi e taxi non se ne vedono".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog