Cerca

Ha lavorato in Puglia

Nizza, chi è l'uomo che si è fatto un selfie all'interno del Tir

Sullo smartphone di Mohamed foto e siti di incontri bisex

Da Nizza alla Puglia. Sarebbe stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza sul Tir guidato dal terrorista Mohamed Bouhlel il tunisino Choukri Chafroud, vissuto in Puglia e arrestato nelle ore successive all' attentato. 
L' uomo, incensurato, ha vissuto a Gravina, in provincia di Bari, fino al 2015, lavorando come bracciante. Gli inquirenti avrebbero individuato la sua identità anche "grazie" al selfie che lo ha ritratto alcuni giorni prima dell'attentato di Nizza del 14 luglio sul tir con l'assassino.

Al vaglio degli investigatori ci sono le conversazioni tra Chafroud e l' attentatore di Nizza. Il tunisino - come riporta Il Tempo - in alcuni messaggi sui social avrebbe trasmesso al presunto "socio" inviti alla radicalizzazione, consigliando di "caricare il camion" con "duemila tonnellate di ferro". Chafroud, in Puglia, avrebbe avuto ulteriori contatti con altri immigrati albanesi e tunisini della regione: su questi contatti le procure di Roma e Bari sono impegnate a fare luce per comprendere se sussistono altri profili di reato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog