Cerca

Alta tensione

Dopo lo schiaffo di Napolitano ai tedeschi
la Germania continua a insultarci

Il ministro delle Finanze, la stampa e i socialisti. Tutti uniti contro il Belpaese: "Siete un paese di clown"

Dopo lo schiaffo di Napolitano ai tedeschi
la Germania continua a insultarci

E' sempre la solita storia. ormai si ripete da due anni. I tedeschi pensano più agli affari di casa nostra che a quelli di Berlino. Non c'è giorno che non passi senza che le voci teutoniche, da maggioranza ed opposizione giudichino la politica italiana. Dopo le parole del candidato socialista della Spd alla cancelleria, Peer Steinbrueck che aveva commentato il voto italiano dicendo di essere "inorridito dalla vittoria di due clown", Giorgio Napolitano ha disdetto l'incontro con l'esponente dell'opposizione tedesca. I compagni di partito della Spd intanto hanno rincarato la dose: "Clown è il concetto più morbido che personalmente mi viene in testa su Silvio Berlusconi in questo contesto", ha detto la segretaria generale dei socialdemocratici Andrea Nahles.

Stampa impicciona - Ma il ministro delle finanze Wolafng Schaeuble non vuole essere da meno e allora dopo il voto attacca ancora il nostro Paese: "Il risultato delle elezioni in Italia ha sollevato dubbi nei mercati sulla possibilità di formare un governo stabile e quando questo genere di dubbi sorge, c’è un pericolo di contagio". Non solo politici ma nache la stampa tedesca giudica con tanta invadenza le elezioni italiane. Nikolaus Blome su Bild scrive: "Le sorti dell’Italia sono nelle mani di due clown: il primo è un vecchio dal volto gonfio come un pallone, talmente potente da poter bloccare qualsiasi legge sensata. L’altro è un clown più giovane il cui unico punto del programma è No a tutto". Insomma l'hobby dei tedeschi ormai è uno solo: parlare dell'Italia senza nemmeno saper parlare l'italiano. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eureka.mi

    02 Marzo 2013 - 19:07

    Hitler & C. hanno fatto ammazzare migliaia di persone compresi coloro che si permettevano di ribattere ai loro ordini. Che si vergognino loro del passato che hanno avuto e che a tutt'oggi lascia strascichi.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    02 Marzo 2013 - 14:02

    Con Berlusconi non si puo' dire il contrario

    Report

    Rispondi

  • raucher

    02 Marzo 2013 - 08:08

    Conosco benissimo la situazione. Il mio commento intendeva sottolineare quanto valgano , agli occhi dei tedeschi , i titoli di studio conseguiti al Sud.

    Report

    Rispondi

  • gianko

    01 Marzo 2013 - 12:12

    la Gelmini si è laureata a Brescia** ha dato l'esame per l'iscrizione all'Albo avvocati in Calabria perchè là promuovono al 90% mentre in Lombardia bocciano al 90%** quindi, a parte la sua scelta, resta il fatto che gli "intellettuali della Magna Grecia, i "super acculturati di terryland" (legge, filosofia, e cazzate varie..) sono delle ciufeche!! salvo quelli con le palle, che vengono al Nord a studiare (vedi Alfano e altri)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog