Cerca

Strage di Rouen

Rouen, la strage che si poteva evitare. Anche il secondo jihadista era noto alla polizia francese

Rouen, la strage che si poteva evitare. Anche il secondo jihadista era noto alla polizia francese

Si delinea sempre di più lo scenario di una strage che si poteva evitare. I due attentatori di Rouen erano entrambi ben noti alle forze dell'ordine francesi. L'intelligence d'oltralpe, se già conosceva Adel Khermiche, il diciannovenne di origine algerina già stato in prigione per aver tentato di unirsi alle fila dell'Isis, aveva anche già schedato il secondo jihadista. Noto con la lettera "S" (rischio per la sicurezza dello Stato), il ragazzo è nato nel 1996 e sarebbe originario di Saint-Dié-des-Vosges, città di 20mila abitanti a 600 chilometri da Saint-Étienne-du-Rouvray.

Un altro soggetto pericoloso che poteva essere fermato in tempo. Come era stato fatto con Adel, dopo che il diciannovenne aveva provato a raggiungere la Siria per arruolarsi tra le milizie dell'Is. Però, dopo solo dieci mesi di detenzione, è stato rilasciato a metà marzo perchè, secondo il giudice, avrebbe dimostrato segni di pentimento, avrebbe fatto pensieri suicidi in cella e la famiglia si sarebbe detta pronta a supportarlo. E invece era una bomba a orologeria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • falkrr900

    28 Luglio 2016 - 12:12

    Le piccole "risorse" della Boldrini diventano sempre più numerose.............

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    27 Luglio 2016 - 19:07

    Più conosco la polizia francese, più dico: benedetti siano i Carabinieri!

    Report

    Rispondi

blog