Cerca

L'incontro

Venti di guerra, Erdogan vola da Putin. Storico faccia a faccia: lo scenario

Putin chiama Erdogan: "Vediamoci"

La tensione negli uffici della Nato e dell'Unione europea sta raggiungendo nuovi picchi dopo l'annuncio del governo turco di un incontro bilaterale con Vladimir Putin, in programma il prossimo 9 agosto a San Pietroburgo. Ai turchi non è piaciuto il comportamento delle diplomazie europee e americana subito dopo il fallito tentativo di golpe dello scorso 15 luglio. Il disappunto di Ankara arriva dalle parole del ministro per gli affari europei, Omer Celik, come riporta Italia Oggi: "Ci aspettavamo una visita da parte dell'Unione europea - ha detto - i nostri alleati sarebbero dovuti venire da noi". In Turchia però non si è visto proprio nessuno. E a rendere più acre il clima di sospetto tra le parti si è aggiunto il silenzio dei presunti alleati Nato che ha preceduto i timidi messaggi di solidarietà verso Recep Erdogan.

Da ieri 28 luglio, il Consiglio militare supermo turco ha dato il via a una serie di riunioni che andranno a riformare la struttura delle forze armate. Un passaggio propedeutico alle riforme costituzionali che Erdogan ha promesso, non escludendo di rifare di sana pianta l'intera carta costituzionale. Il percorso intrapreso dai russi non è visto di buon occhio da Ue e Stati Uniti, nè piace la ritrovata amicizia con il quasi nemico Putin, con il quale Erdogan aveva battagliato a distanza dallo scorso novembre, quando un caccia di Mosca era stato abbattuto lungo il confine turco-siriano. Ne seguirono accuse al vetriolo, con il Cremlino che sfornava dossier sulla presunta corruzione del sultano turco, ribattute dalle minacce di cambiare le carte in tavola nel conflitto siriano. Ora sono proprio i potenziali stravolgimenti su quel fronte a preoccupare gli alleati della Nato. Una nuova intesa tra Erdogan e Putin di certo non porteranno la Turchia fuori dall'alleanza atlantica, ma rischiano di rendere sempre meno controllabili le operazioni militari in Medioriente da parte di Stati uniti e soci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • solitario48

    01 Agosto 2016 - 11:11

    ANCORA MI CHIEDO: QUAL'E' STATO IL MOTIVO PER CUI ERDOGAN HA DECISO DI CALARSI LE BRAGHE CON LA RUSSIA E CHIEDERE SCUSA PER IL JET MILITARE RUSSO ABBATTUTO ? COSA RISCHIA DI PERDERE SE NON FA UN ACCORDO CON PUTIN, FORSE LA VITA: PERCHE' L'ISIS MAGARI LO VUOLE ELIMINARE DA QUANDO NON HA PIU' IL SUO APPOGGIO E AIUTO ECONOMICO ?

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    29 Luglio 2016 - 18:06

    Cosa è riuscito a fare quel coglione di Obama!

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    29 Luglio 2016 - 17:05

    ...il più serio...razionale ..freddo..e riflessivo,malgrado tutte le provocazioni,ricevute,ha reagito in modo politicamente corretto è stato "IL BIONDO"!!...che ora lo si voglia far apparire como "DIO" del Mondo mi sembra una esagerazione!!

    Report

    Rispondi

blog