Cerca

Il piano per liberarsi del candidato

Donald Trump fatto fuori dalla Cia. La mossa: così le spie lo eliminano

Donald Trump fatto fuori dalla Cia. La mossa: così le spie lo eliminano

Donald Trump ha chiesto "aiuto" a Vladimir Putin per smascherare Hillary Clinton nel cosiddetto mailgate. Un mezzo autogol, perché Putin è "nemico supremo" degli Stati Uniti, e dunque della Cia. E così, in caso di vittoria alle elezioni novembrine, The Donald potrebbe trovarsi ad avere grosse difficoltà con l'intelligence a stelle e strisce, dalla quale nessun presidente può prescindere.

Non si tratta di illazioni teoriche, ma di pratiche evidenze. In queste ore, secondo il Corriere della Sera, le intelligence americane si stanno già interrogando: in caso di vittoria, potranno condividere con Trump i rapporti riservati della Cia? Come ci si può fidare di un candidato che, pur per polemica elettorale, ha sollecitato un Paese straniero ad impegnarsi in attività spionistiche negli Stati Uniti?

Il problema della condivisione dei documenti, per inciso, è già iniziato: secondo una tradizione inaugurata da Harry Truman nel 1952, dopo aver ricevuto la nomination ufficiale dai partiti, i candidati democratico e repubblicano iniziano a ricevere regolarmente alcuni rapporti relativi alla sicurezza da parte della Cia e di altre agenzie.

In questo contesto, dunque, un alto funzionario della Cia, anonimo e citato dal New York Times, ha annunciato che intende rifiutarsi di partecipare a qualsiasi briefing con Trump: "È totalmente disinteressato alla verità e irresponsabile quando gli mostrano qualcosa d'interesse nazionale". La Cia, dunque, contro Donald Trump. Una situazione che può costargli carissima, prima e dopo il voto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    30 Luglio 2016 - 16:04

    Il caldo di quesi giorni colpisce sempre qualcuno debole di cervice. Nel caso di oggi ha colpito un certo Capuozzo, si Capuozzo Gennarino, ovviamente residente a Pordenone ma d'origine non incerta, ma certissima, deve essere svizzero. Auguri di pronta guarigione Gennari.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    30 Luglio 2016 - 16:04

    ....anche loro hanno i Servizi Deviati??

    Report

    Rispondi

  • orebil59

    30 Luglio 2016 - 16:04

    Non vedono l'ora

    Report

    Rispondi

blog