Cerca

Dichiarazione di guerra

L'Isis minaccia la Russia di Putin: "Vi uccideremo nelle vostre case"

L'Isis minaccia la Russia di Putin: "Vi uccideremo nelle vostre case"

La Russia finisce nel mirino dei jihadisti dell'Isis. In video diffuso in rete, i fondamentalisti dello Stato Islamico dichiarano guerra a Putin: si vede infatti un uomo con il volto coperto mentre commenta le immagini di addestramento di alcuni combattenti in una zona desertica prima di rivolgersi al presidente russo: "Ascolta, verremo in Russia e vi uccideremo nelle vostre case".

Quindi lo stesso uomo che si fa riprendere mentre è alla guida di un veicolo lancia un appello ai seguaci del califfato: "Fratelli intraprendete la Jihad per la causa di Allah: combatteteli e uccideteli". Il video della durata di 9 minuti è stato postato su Telegram domenica 31 luglio con il logo della provincia Al Furat; il nome dato dall'Isis ad una zona tra l'Iraq e la Siria. Le parole del jihadista sono sottotitolate in lingua araba.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • buonavolonta

    04 Agosto 2016 - 12:12

    il grande popolo russo a subito 20000000di morti nell'ultima guerra e ha dimostrato al mondo di che pasta è fatto quattro invasati non li piegherà anzi rischiano di scomparire ...

    Report

    Rispondi

  • Franzkeks

    03 Agosto 2016 - 00:12

    In Russia i terroristi islamici avranno pane per i loro denti. 1. I russi non fanno prigionieri, non fanno processi, 2. La legge del 6 luglio 2016 “Sul contrasto al terrorismo” e l’introduzione di ulteriori misure contro il terrore islamico e finalizzate a garantire la sicurezza (cosiddetto pacchetto “Jarovaja” dal nome del suo proponente, la deputata della Duma Irina Jarovaja) è solo facciata.

    Report

    Rispondi

  • Franzkeks

    03 Agosto 2016 - 00:12

    In Russia in terroristi islamici avranno pane per i loro denti. 1. I russi non fanno prigionieri, non fanno processi, 2. La legge del 6 luglio 2016 “Sul contrasto al terrorismo” e l’introduzione di ulteriori misure contro il terrore islamico e finalizzate a garantire la sicurezza (cosiddetto pacchetto “Jarovaja” dal nome del suo proponente, la deputata della Duma Irina Jarovaja) è solo facciata.

    Report

    Rispondi

  • routier

    01 Agosto 2016 - 16:04

    Attenzione a minacciare i russi, quelli hanno gli zebedei, mica come certi......altri!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog