Cerca

Jihad

Espulso estremista islamico di Milano. Il suo piano per un attentato in Italia

Espulso estremista islamico di Milano. Il suo piano per un attentato in Italia

"E' stata eseguita un'altra espulsione per motivi di sicurezza dello Stato. Salgono così a 104 le espulsioni dal 2015 ad oggi". Così il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha annunciato di aver mandato fuori dall'Italia l'ennesimo estremista islamico. "Si tratta di un pakistano di 26 anni, che risiedeva in provincia di Milano", spiega Alfano: "Dopo una serie di attente indagini condotte dai Carabinieri, abbiamo accertato la sua adesione all'ideologia estremista e il suo inserimento in un circuito relazionale di utenti web dediti all'apologia dell'autoproclamato Stato islamico e delle sue attività terroristiche".

L'espulsione è stata decisa perché l'uomo, "oltre ad avere espresso più volte il desiderio di recarsi in Siria o di partire per la Bosnia per intraprendere uno specifico addestramento alla jihad ricercava on line contenuti di matrice jihadista e aveva contatti relazionarsi con persone dello stesso orientamento". Non solo. "Il pakistano aveva manifestato l'intenzione di compiere attentati una volta ottenuta la cittadinanza italiana o, in caso di diniego, reagire con violenza, sparando a se stesso o a terzi". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lupoclauss

    02 Agosto 2016 - 21:09

    Il collega del faccione da cavallo logorroico , abusivo inquilino del Vaticano. Cosa dice l'Iman Francesco? Farà un'altra dichiarazione a favore dei terroristi che scannano e bruciano vivi i Cristiani in tutto il mondo arabo ?

    Report

    Rispondi

    • burago426

      02 Agosto 2016 - 23:11

      Lui usa, "porgi l'altra guancia". Ma non parlate male di sua madre altrimenti vi molla un pugno.

      Report

      Rispondi

  • FabiettoFJ

    02 Agosto 2016 - 20:08

    A mali estremi, estremi rimedi. Quando qualche anno fa ci fu un principio di pandemia (l'aviaria), l'Europa decise per il blocco delle importazioni e la distruzione del materiale già sul nostro territorio. Il rischio era che morissero centinaia o migliaia di persone. Con questa gentaglia il rischio è lo stesso quindi usiamo lo stesso rimedio. Semplice.

    Report

    Rispondi

blog