Cerca

Un candidato all'ultimo secondo

Repubblicano, ex agente della Cia e mormone. La sua missione: seppellire Donald Trump

Evan McMullin

I repubblicani anti-Trump progettano un colpo quasi disperato per arrestare l'avanzata di "The Donald". Il colpo ha il nome e cognome di Evan McMullin, candidato indipendente del partito conservatore americano, l'uomo dell'ultimo minuto che ha tutta la spinta e l'empatia di un'ala del Grand Old Party che non ha mai digerito il tycoon newyorkese. L'uomo che servirà a "rubare" quei voti necessari ad assicurare la sconfitta di Trump e la vittoria della Clinton.

McMullin, stando al Corriere della Sera, era uno sconosciuto - o quasi - fino all'altro ieri. Mormone, ovvero seguace di una setta cristiana radicata nello stato dello Utah, ex-agente della Cia nel settore antiterrorismo con esperienza in zone sensibili, ha un centinaio di followers su twitter e pochi seguaci anche all'interno del GOP. Per ora solo Rick Wilson, area Marco Rubio, e - si vocifera - Mitt Romney. Ma dovranno prima o poi spuntare ricchi finanziatori conservatori a sostenere la corsa di questo agente allo sbaraglio, buttato in mezzo ai pescecani a tre mesi dalle elezioni. Il tempo stringe: per presentare ufficialmente la sua candidatura servono migliaia di firme e in 20 stati il termine è già scaduto. Sbancherà in Utah, dove lo zoccolo duro mormone lo dovrebbe sostenere in massa, grattando via voti a Trump.

Si ipotizza perciò un ruolo da "disturbatore" di McMullin, personaggio messo lì solamente per togliere qualche voto a Donald Trump, o almeno fargli perdere lo Utah. Mai dire mai, comunque: dopo che l'ex capo della Cia Michal Morell ha endorsato pubblicamente Hillary Clinton denunciando l'inaffidabilità di Trump, si capisce che le autorità responsabili della sicurezza del Paese (uno dei temi su cui il tycoon ha puntato maggiormente, sostenendo la linea del pugno di ferro contro le minacce al di là dei confini nazionali) diffidano del candidato ufficiale. Potrebbe essere lo spiraglio di gioco per McMullin, e non è mica poco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gianni Schicchi

    09 Agosto 2016 - 11:11

    "endorsato"?????

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    09 Agosto 2016 - 11:11

    Ma allora questi americani repubblicani sono masochisti se preferiscono una Clinton ad un repubblicano?!

    Report

    Rispondi

blog