Cerca

L'incontro al Creminile

L'incontro più atteso tra Putin-Erdogan: il loro patto sul futuro del mondo

L'incontro più atteso tra Putin-Erdogan: il loro patto sul futuro del mondo

I presidenti russo e turco, Vladimir Putin e Recep Tayyp Erdogan, si sono riuniti in via straordinaria per cercare di avvicinare le loro posizioni sulla questione siriana, il più divisivo punto nelle relazioni bilaterali. La riunione è durata circa quattro ore. "Credo che il consenso sia possibile, perché abbiamo obiettivi comuni per risolvere il conflitto siriano. Su questa piattaforma, cercheremo soluzioni comuni accettabili a entrambi", ha detto Putin. La Turchia, così come l'Arabia Saudita e vari Paesi occidentali, è uno degli acerrimi nemici del presidente siriano Bashar Assad, e ritiene che egli debba lasciare come precondizione per una transizione politica. Il Cremlino invece respinge le richieste di dimissioni ad Assad e afferma che il futuro debba essere deciso tramite elezioni. "In Russia abbiamo parlato delle riforme politiche, ma partiamo dalla base che le riforme possano verificarsi solo con mezzi democratici. Questa nostra posizione è irrinunciabile", ha sottolineato ancora il leader russo.

Le scuse turche -  L'intervento militare di Mosca nella guerra civile siriana, che ha permesso alle forze del regime di riguadagnare terreno sull'opposizione armata, era stato criticato da Ankara. L'abbattimento da parte delle forze armate turche di un aereo militare di Mosca al confine turco-siriano nel novembre 2015 ha fatto precipitare le relazioni tra i due Paesi, rimaste congelate sino a quando circa un mese fa Erdogan ha chiesto scusa per l'abbattimento..

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Franzkeks

    09 Agosto 2016 - 20:08

    Vedete, quando il nemico è forte e senza scrupoli, l'Islam diventa docile. 2 Esempi: i terroristi ceceni con i loro massacri, come quello nel teatro Dubrowka a Moscail 23 ottobre 2002, hanno sfidato Putin. Risultato: tutti i terroristi e sopetti terroristi ceceni ( i russi non fanno processi, non fanno prigionieri) sono in paradiso. I musulmani uiguri massacrano nel 2009 decine di cinesi, la rip

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    09 Agosto 2016 - 20:08

    La conclusione logica per aver isolato la Russia da parte dell'UE e degli USA, se non avessimo tenuto fuori Putin dalle "nostre" iniziative di esportazione della democrazia, Erdogan non avrebbe avuto scampo!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    09 Agosto 2016 - 19:07

    ......il "Biondo" è alleato con i cinesi....,con iraniani....,con siriani....,con israeliani....può "Ricattare" per per risarcimento ...turchi ed egiziani...chi è in posizione dominante??....i suoi scarponi sono anche in altre aree strategiche!!!...

    Report

    Rispondi

  • mannellovincenzo

    09 Agosto 2016 - 18:06

    Erdogan,mica è scemo..gli volevano far la pelle americani e servi UEisti della Nato !! Se ribaltasse le alleanze e si astenesse dal foraggiare i terroristi in Siria..farebbe bene☺

    Report

    Rispondi

blog