Cerca

L'allarme a casa nostra

Tunisia, arrestati sei giovani: si stavano imbarcando per l'Italia, uno "sospetto terrorista e pericoloso"

Tunisia, arrestati sei giovani: si stavano imbarcando per l'Italia, uno "sospetto terrorista e pericoloso"

Le forze di sicurezza tunisine hanno arrestato sei giovani che stavano per imbarcarsi dalle isole Kerkenna, al largo di Sfax, diretti verso le coste italiane: lo riferisce la radio tunisina ShemsFm. Secondo il corrispondente a Sfax, che cita fonti della sicurezza locale, si tratta di sei ragazzi di età compresa tra i 23 e i 33 anni e fra loro una persona era "ricercata per terrorismo". Un altro dei sei è un ex agente delle forze dell'ordine tunisine. Gli arresti sono stati effettuati dalla Guardia nazionale di Sfax, che hanno riconosciuto il latitante, indicato come "pericoloso" e che, riferisce la radio, era in possesso di documenti falsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    18 Agosto 2016 - 23:11

    il vero rischio esiste nel tenere gente Ixxxxxxxxe a GxxxxxxxxxE questa Nazione, che ci stanno portando nel baratro! manca pochissimo.

    Report

    Rispondi

  • cosimo.sgura

    18 Agosto 2016 - 12:12

    Io me lo immaginavo da sempre. Soltanto i nostri beneamati sinistrati si illudevano e se si illudono ancora beh ricoveriamoli tutti.

    Report

    Rispondi

  • realityman17m

    18 Agosto 2016 - 11:11

    I BARCONI VANNO AFFONDATI .. ALFANO VA RIMOSSO CON TUTTO IL GOVERNO PD DISFATTISTA,

    Report

    Rispondi

  • maxdemax

    maxdemax

    18 Agosto 2016 - 10:10

    La mia previsione - quelli di sinistra diventeranno di estrema destra. Aspetta che iniziano a perdere il posto di lavoro a favore di un extracomunitario, l'asilo diventa off limits, la scuola e tutto si adatta per accomodare le loro usanze. Il povero di sinistra diventerà il più fervente povero di ultra destra. Se l'Europa sta virando a destra ci sarrà un motivo - quelli di destra sono KATIFI.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog