Cerca

A mali estremi...

Teste di maiale contro l'invasione islamica: la proposta choc rivoluzionaria

12

A mali estremi... La proposta estrema contro una minaccia internazionale come l'invasione di flussi migratori islamici arriva dall'Ungheria. Il 77enne Gyorgy Schopflin, esponente del partito di governo Fidesz e nella Commissione Esteri del Parlamento Europeo, ha partorito una pazza idea che sta trovando consensi. Per risolvere il problema dei flussi migratori dai paesi islamici: erigere un muro fatto di teste di porco

Il maiale, infatti, è un animale considerato impuro dai seguaci fanatici di Allah. Infatti non lo mangiano. Così Schopflin ha pensato che realizzare una barriera al confine Sud riempendola di teste di porcello per "far desistere gli immigrati devoti ad Allah.

Schopflin su Twitter ha dialogato con il direttore dell’ente umanitario Human Rights Watch, Andrew Stroehlein, in merito alla creazione da parte degli ungheresi di particolari "spaventa-migranti" fatti di barbabietole e teste di zucca. Spaventapasseri contro gli immigrati, insomma. E allora, per provocare, Schopflin ha aggiungo: "Una testa di maiale li spaventerebbe con più efficacia".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giornali

    24 Agosto 2016 - 19:07

    Allevamenti di suini lungo la fascia confinaria.

    Report

    Rispondi

  • ariete84

    23 Agosto 2016 - 16:04

    Bella l'idea dello spaventa-migranti. Siamo alle comiche. Ma se quelli non si schiodano nemmeno da sotto i camion! Tutto pur di raggiungere l'agognata Eldorado-Europa. Ci vuole ben altro che le zucche per spaventarli.

    Report

    Rispondi

  • emiliob

    23 Agosto 2016 - 14:02

    sarebbe sufficiente comunicare e fare che chi fa attentati verranno avvolti nelle pelli e viscere di maiale

    Report

    Rispondi

    • tuula

      23 Agosto 2016 - 16:04

      Assolutamente d'accordo con emiliob

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

media