Cerca

Novità assoluta

Ordinato per la prima volta in Mongolia un prete cattolico

Ordinato per la prima volta in Mongolia un prete cattolico

Arriva il primo sacerdote cattolico ordinato in Mongolia: un evento storico e un segnale di «riscossa» nell’Asia dominata da buddismo, dal forte - spesso aggressivo - proselitismo islamico e molta indifferenza alle questioni religioni. In Mongolia, soprattutto, dopo anni di regime sovietico. Jospeh Enkeeh-Baatar, classe 1987, è stato ordinato diacono l’11 dicembre 2014 a Daejeon (in Corea del Sud), dove ha ricevuto la sua formazione iniziale, ed è rientrato in Mongolia nel gennaio 2016, svolgendo servizio pastorale in diverse parrocchie. Ieri è stato ordinato sacerdote nella cattedrale di San Pietro e Paolo a Ulaanbaatar, la capitale, dove stasera celebrerà la sua prima Messa. Poi di nuovo ad annunciare il Vangelo nelle steppe, dove vive la comunità cattolica più giovane del mondo, visto che le prime esperienze missionarie risalgono a circa 24 anni fa. Jospeh Enkeeh svolgerà il suo ministero nella piccolissima comunità cattolica di Arvaiheer, composta da appena 21 persone. Un fatto che conferma la crescita della Chiesa in questi ultimi anni nel continente asiatico, ha appunto spiegato padre Bernardo Cervellera, direttore di Asia News, in un’intervista a Radio Vaticana.

«Il cristianesimo è un fattore totalmente estraneo al Paese di oggi, c’è una profonda ignoranza su tutto», colpa del comunismo, e di una tradizione religiosa prevalentemente animista, spiegava lo stesso Jospeh in un’intervista rilasciata al mensile Tracce del settembre 2015. E parlava della sfida che aveva davanti. Richiamandosi al papa emerito Benedetto XVI, che ha indicato «molto chiaramente la strada da seguire: non si tratta di convincere che il Vangelo è vero, ma di vivere nella verità del Vangelo ogni giorno».

di Caterina Maniaci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu_ing

    29 Agosto 2016 - 08:08

    quando in ogni dove sara' letto il vangelo allora IO ritornero', bravo al nuovo prete!

    Report

    Rispondi

blog