Cerca

Mistero

Rapito studente americano in Cina, lo ritrovano dodici anni dopo: ce l'aveva Kim Jong-Un

Rapito studente americano in Cina, lo ritrovano dodici anni dopo: ce l'aveva Kim Jong-Un

Una storia che ha dell'incredibile e che si snoda tra gli Stati Uniti, la Cina e la Corea del Nord. E' quella di David Snaddon, , uno studente della Brigham Young University, negli USA, sparito nel 2004 durante una vacanza in Cina e ritrovato dodici anni dopo alla corte del dittatore nordcoreano Kim Jong Un.

Come riporta TgCom24, quando il ragazzo sparì aveva 24 anni e si trovava nella contea di Zhongdian. Avrebbe dovuto trovardi in aeroporto con il fratello, ma David non si presentò mai. La polizia cinese parò di un incidente durante un'escursione su un fiume, ma la famiglia non ha mai creduto a questa versione dei fatti, anche perchè il cadavere non è mai stato ritrovato.

Dodici anni e una quantità innumerevole di volantini, siti internet e ricerche dopo, a risolvere il mistero è stato Choi Sung-Yong, capo dell'Associazione delle Famiglie delle Vittime Rapite dalla Corea del Nord: il ragazzo sarebbe stato rapito per insegnare l'inglese a Kim Jong Un. Oggi David vivrebbe nella capitale Pyongyang, si sarebbe sposato e avrebbe avuto due figli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Yossi

    03 Settembre 2016 - 11:11

    A prescindere da questo caso, mi chiedo a chi fa comodo questo regime ?

    Report

    Rispondi

blog