Cerca

La tragedia

Studente italiano morto a Parigi: l'ultima (agghiacciante) ipotesi

Ciro, lo studente morto a Parigi, non è stato ucciso. Spunta l'ipotesi del suicidio

Si fa strada l'ipotesi del suicidio nella tragica vicenda che ha coinvolto Ciro Ciocca, il ventunenne molisano morto mentre si trovava in Erasmus a Parigi. Nella capitale francese da quasi un anno per uno scambio universitario, lo studente di Riccia, in provincia di Campobasso, era stato ricoverato in ospedale nella notte tra il 2 e il 3 settembre. Ciro aveva diverse ferite all'addome, inferte con un coltello, e inizialmente si era pensato che il giovane fosse stato vittima di una rapina finita male. Le condizioni dello studente erano poi peggiorate nei giorni successivi fino alla morte, avvenuta mercoledì 7 settembre.

Ma ora, stando alle ipotesi dei medici, si pensa che Ciro abbia voluto togliersi la vita. I familiari non si spiegano le motivazioni dell'estremo gesto, e anche le istituzioni di Riccia, tra cui il sindaco Micaela Fanelli, si sono mobilitate per ricostruire le dinamiche dell'accaduto. Nel frattempo, la gendarmerie parigina continua a interrogare gli amici di Ciro, per fare luce sulla vicenda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcoterzi

    12 Settembre 2016 - 01:01

    Accoltellandosi da solo???? Chi coprite?

    Report

    Rispondi

blog