Cerca

in 110 bloccati nella funivia

Notte di terrore a 0° sul Monte Bianco. L'odissea: in 16 restano nelle cabine

Notte di terrore a 0° sul Monte Bianco. L'odissea: in 16 restano nelle cabine

Sono stati 16 i passeggeri che hanno la notte nelle cabine della funivia Panoramic Mont-Blanc rimasta bloccata questo pomeriggio a 3800 metri di quota a causa di un guasto. Nelle operazioni di soccorso di ieri sera, del centinaio di persone rimaste in funivia, più di ottanta sono state recuperate. L'attività dei soccorritori - come riferiscono i media francesi - sono state, però, interrotte a tarda sera a causa del forte vento. L’arrivo del buio e la presenza di grosse nuvole hanno costretto a terra gli elicotteri impegnati nell’evacuazione dei passeggeri. Gli "ovetti" con le 16 persone rimaste intrappolate per tutta la notte, alcuni turisti francesi, si trovavano tra la stazione di Punta Helbronner e quella dell'Aiguille du Midi, circa a metà del tratto funiviario. 

All’interno di ogni cabina in cui si trovavano i passeggeri è stato calato anche un soccorritore, che aveva il compito di rassicurare gli utenti e fornire loro acqua, cibo e coperte, necessarie per trascorrere la notte in quota. Sul posto anche quattro guide esperte del soccorso alpino italiano, chiamate dalle autorità francesi ad aiutare nelle operazioni di assistenza. Sono salite così, con la presenza dei soccorritori, a circa trenta le persone che sono state recuperate stamattina, durante i lavori di soccorso ricominciati intorno alle sette. Dopo due ore di attività, tutte le persone ancora intrappolate sono state portate in salvo. 

Fondamentale la presenza di soccorritori italiani: l'ultimo recupero notturno, infatti, conclusosi dopo la mezzanotte, è stato effettuato da nostri volontari. In una dalle cabine più vicine alla stazione di Punta Helbronner i soccorritori italiani hanno portato in salvo dodici persone, facendole calare con le funi. Difficilissimo intervento, sia per la distanza da terra (50 metri) che per il versante insidioso della montagna, ricco di crepacci. Il ministro dell'Interno francese, Bernard Cazeneuve, ieri sera ha voluto sottolineare "Il coraggio dei soccorritori francesi e italiani impegnati in una operazione delicata di soccorso delle persone bloccate".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog