Cerca

Moglie arpia

Settantenne si fa arrestare per rapina: voleva sfuggire alla moglie-aguzzina

Settantenne finisce in carcere per rapina: voleva sfuggire alla moglie-aguzzina

Pur di non rimanere a casa con la moglie ha preferito farsi arrestare. E' la storia tragicomica di Lawrence John Ripple, pensionato settantenne residente a Kansas City, negli Stati Uniti: l'uomo si è presentato in banca spacciandosi per un rapinatore e si è fatto portare via dalla polizia accorsa sul posto, tutto per non dover più sopportare le angherie della moglie.

Come riporta Il Giorno, Ripple si è palesato alla Kansas City Bank of Labor dicendo di essere un rapinatore e di avere con sè una pistola. L'impiegata gli ha consegnato circa tremila dollari in contanti, tra i quali c'erano le banconote speciali che allertano la polizia in caso di rapina. Il settantenne, preso il malloppo, si è seduto nell'atrio e ha atteso l'arrivo delle forze dell'ordine. Quando gli agenti sono entrati in banca, Ripple si è consegnato spontaneamente ed è stato portato in commissariato e poi in carcere. Ascoltato dall'Fbi, il povero pensionato ha ripetuto di aver compiuto il gesto nella speranza di essere sbattuto in cella e passare in prigione il resto dei suoi giorni per non dover più vivere con la moglie, con la quale è sposato da 34 anni e con cui pare bisticci in continuazione.

Il giudice, però, l'ha rilasciato quasi subito perchè Ripple non ha precedenti penali, rinviandolo a giudizio ma lasciandolo a piede libero. Missione fallita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog