Cerca

Integrazione

L'ultimo orrore degli islamici: cosa fanno alle baby spose

L'ultimo orrore degli islamici: cosa fanno alle baby spose

Un' altra grana per Angela Merkel e anche stavolta, manco a dirlo, riguarda gli immigrati. Dai i registri dell' Ufficio centrale degli stranieri in Germania risulta al 31 luglio di quest' anno un numero crescente, mai registrato in precedenza, di adolescenti alla cui casella «stato civile» sta scritto «coniugato». Stiamo parlando insomma di matrimoni infantili, o precoci, tra immigrati e questi sono i dati: 1475 minori stranieri sposati, 664 dei quali arrivano dalla Siria, 157 dall' Afghanistan, 100 dall' Iraq, e il resto equamente suddiviso tra Bulgaria, Polonia, Romania e Grecia.

Di questi le ragazze sono la maggioranza, ben 1152, mentre 994 sono di età compresa tra i 18 e i 16 anni. Nel totale ci sono 361 ragazzine che hanno addirittura meno di 14 anni.

Il ministero degli Interni tedesco stima che, specialmente per quest' ultimo gruppo, quello delle bambine under 14, i dati sono largamente sottostimati. Il trucco sarebbe infatti quello quello di celebrare il matrimonio con la sposa-bambina in moschea, o all' estero nel Paese d' origine se possibile, registrando l' unione in Germania solo una volta che la ragazza ha raggiunto la maggiore età.
Questo accade anche per la poligamia, altro fenomeno in larga diffusione in Germania: uno solo dei matrimoni viene registrato legalmente, mentre le nozze con le altre mogli vengono celebrate soltanto in moschea.

VUOTO NORMATIVO In Germania le leggi a riguardo non sono particolarmente chiare: è permesso il matrimonio al di sotto della maggiore età, ma solo a particolari condizioni di tutela. Sono invece espressamente vietati il matrimonio per i minori di 14 e, naturalmente, la poligamia. Tutto il resto della casistica è lasciato alla pura discrezione del giudice che dovrebbe vagliare caso per caso.
La corte d' Appello di Bamberga, ad esempio, lo scorso maggio ha riconosciuto il matrimonio di una ragazzina siriana di 14 anni con il cugino, ribaltando peraltro la prima sentenza della corte territoriale di Aschaffenburg la quale aveva rifiutato le nozze e anzi aveva preso in custodia la ragazza.
Il cugino siriano in questione non si era dato per vinto e consigliato da politici locali aveva fatto ricorso in appello, vincendolo. Questo e altri episodi avevano provocato la reazione indignata di alcuni gruppi politici e di alcuni membri del governo, compreso quella del ministro dell' Interno Thomas de Maizière che ha chiesto un intervento immediato del Guardasigilli: «Non è un problema giuridico facile», ha detto a inizio settembre in una conferenza stampa presentando due documenti sulla sicurezza e sull' integrazione degli stranieri, «ma crediamo che il ministero della Giustizia debba attivarsi rapidamente per porre fine a questa situazione». «La tutela dei matrimoni stipulati all' estero», ha poi aggiunto, «è parte del nostro ordinamento, ma quando si tratta di spose-bambine questo deve cessare: non possiamo accettare simili matrimoni in Germania».

Va da sé che tutti questi ragazzini sposati, essendo tali più o meno contro la legge tedesca, non avrebbero diritto al permesso di soggiorno. Di questi 1475 all' anagrafe, solo 26 hanno un regolare permesso di soggiorno permanente. Altri 516 ce l' hanno temporaneo, i restanti hanno solo fatto richiesta. Che fare dunque, sciogliere i loro matrimoni? Adattare le leggi tedesche a quelle islamche? Rispedirli a casa? Il ministro degli Interni bavarese Joachim Herrmann dell' Unione Cristiano-Sociale non avrebbe dubbi in proposito, quest' ultima è la strada maestra. E secondo lui vanno rispediti a casa, bambini e non, anche quelli che non hanno diritto al soggiorno ma provengono da zone di guerra. Sembra con controsenso, visto che quelli che hanno diritto a rimanere sono proprio quelli che vengono da Paesi in guerra, ma Hermann lo ha ribadito solo un paio di giorni fa in un' intervista alla Bild: «Le deportazioni devono essere possibili anche in aree di conflitto, come in Afghanistan, dove da anni si sta impegnando l' esercito per la pace e la libertà». Tale linea è stata peraltro inserita in un documento di cinque pagine in discussione questo fine settimana tra i vertici della Csu e che verrà presentato all' alleata di Berlino, frau kanzlerin Merkel.
riproduzione riservata

I NUMERI Dai i registri dell' Ufficio centrale degli stranieri in Germania risulta al 31 luglio di quest' anno un numero crescente di adolescenti sposati. Sono 1475 i minori stranieri sposati, 664 dei quali arrivano dalla Siria, 157 dall' Afghanistan, 100 dall' Iraq, e il resto equamente suddiviso tra Bulgaria, Polonia, Romania e Grecia.
Le ragazze sono la maggioranza, ben 1152, mentre 994 sono di età compresa tra i 18 e i 16 anni. Nel totale ci sono 361 ragazzine che hanno addirittura meno di 14 anni.
In Germania le leggi a riguardo non sono particolarmente chiare: è permesso il matrimonio al di sotto della maggiore età, ma solo a particolari condizioni di tutela. Sono invece espressamente vietati il matrimonio per i minori di 14 e la poligamia. Tutto il resto della casistica è lasciato alla pura discrezione del giudice che dovrebbe vagliare caso per caso.

di Carlo Nicolato

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blackhunter

    13 Settembre 2016 - 17:05

    E' molto vicino il giorno in cui chi sta (s)governando la nostra Patria pagherà tutto molto caro, ovvero con la vita, lo schifo della feccia dell'umanità che sta invadendo giorno dopo giorno l'Italia...

    Report

    Rispondi

  • waikiki56

    12 Settembre 2016 - 14:02

    A forza di tollerare, finiamo per tollerare ogni sorta di schifo. In Italia poi, dovremmo tacere, perchè abbiamo medici stranieri che praticano l'infibulazione. Nonostante le accuse non mi pare siano mai stati indagati e/o rimossi. Parecchi Comuni spendono cifre consistenti per delle "famiglie poligame" musulmane che non dovrebbero nemmeno risiedere in Italia. Eccetera.

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    10 Settembre 2016 - 22:10

    No colpo di Stato ? allora che vinca il piu' forte...l'ISLAM !

    Report

    Rispondi

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    10 Settembre 2016 - 21:09

    se hanno permesso i matrimoni tra froci, gay e lesbiche e fenomeni vari, non vedo perché vietare la poligamia che in questo caso ha tutti i diritti di essere riconosciuta tra le usanze di minoranze etniche, come i matrimoni tra minori, tra vecchi che comprano bambine della loro razza e fra umani ed animali. se si ai gay è dovere morale riconoscere i diritti di TUTTI. perché no?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog