Cerca

Le follie di Kim Jong Sun

Corea del Sud pronta a radere al suolo Pyongyang

Corea del Sud pronta a radere al suolo Pyongyang

Dopo il quinto esperimento nucleare sotterraneo compiuto dalla Corea del Nord, è guerra di parole fra il regime comunista e l' alleanza sudcoreani-americani. Pyongyang ha ieri attaccato l' America che «non riconosce il nostro status di potenza nucleare». I nordcoreani respingono così la proposta di negoziati del segretario di Stato Usa Kerry. Perciò la Corea del Sud ha reagito, rivelando di aver pronto un piano d' attacco preventivo contro il Nord se minacciasse di lanciare atomiche. L' esercito di Seul ha dichiarato: «Ogni distretto di Pyongyang, specie quelli che ospitano i palazzi della dirigenza, sarebbe distrutto da missili ad alto esplosivo se il Nord mostrasse segni d' imminente uso dell' atomica». Rincarando: «La capitale nordista sarebbe ridotta in cenere e cancellata dalle mappe». I sudcoreani non hanno ordigni atomici e confidano nell' ombrello nucleare americano. Hanno però missili precisi a testata convenzionale che possono raggiungere ogni punto della Corea del Nord, come gli Hyunmoo 3, con gittata di 1000 km.

Sempre ieri, sul New York Times vari esperti hanno concordato sul fatto che alla Corea del Nord manca poco tempo per avere missili efficienti con a bordo una testata nucleare leggera e precisa. Già nel 2020 i missili di Kim Jong Un potranno portare un' atomica «su New York o Washington», scrive il giornale, e disporre di 100 testate nucleari complete. Fra i guru citati, il prof. Jeffrey Lewis, secondo cui i nordcoreani hanno costruito un nuovo motore a razzo che può spingere i missili «fino agli Stati Uniti continentali», non solo sulla costa della California. E l' ammiraglio Samuel Locklear, capo del Comando del Pacifico, che dice: «Dobbiamo prepararci a difendere il territorio metropolitano». Il 24 agosto, i nordcoreani hanno compiuto con successo un nuovo esperimento del loro missile KN-11 lanciabile da un sottomarino in immersione e che sbucando a sorpresa dall' acqua riduce il tempo di allarme delle difese avversarie a pochissimi minuti.

di Mirko Molteni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog