Cerca

Atene alla canna del gas

L'emiro del Qatar fa shopping:
sei isole greche per 8,5 milioni

Al Thani, già proprietario della maison di moda Valentino, si è comprato l'arcipelago delle Echinadi, di fronte a Itaca, per le vacanze delle tre mogli e dei 24 figli

L'emiro del Qatar fa shopping:
sei isole greche per 8,5 milioni

L’emiro del Qatar, Hamad bin Khalifa al Thani, si è comprato sei isolette greche nello Ionio. Lo rivela il Guardian. L’arcipelago delle Echinadi, situato di fronte a Itaca e Cefalonia, è stato acquistato per otto milioni e mezzo di euro, il più ingente investimento privato in Grecia dall’inizio della crisi del debito. L'emiro, uno degli uomini più ricchi del mondo e che in Italia ha già investito nella maison Valentino e in Costa Smeralda, si era innamorato delle isole quattro anni fa, quando ormeggiò il suo yacht nelle acque cristalline di Itaca. C'è voluto, però, un anno e mezzo di trattative per chiudere l’affare.

Innamorato della Grecia, l’emiro è anche molto accorto negli investimenti: voleva comprare l’isola di Skorpios, dove Jackie Kennedy sposò Aris Onassis, ma si è tirato indietro di fronte all’insistenza della nipote del creso greco, Athina Onassis, che non voleva scendere di prezzo: l’isola è in vendita per 200 milioni. L'obiettivo del 56enne, potente emiro non è quello di creare un resort turistico sulle isolette ma tenerle per sè, i suoi 24 figli e le tre mogli. Gli architetti sono già in loco, ma sembrano destinati a scontrarsi con la realtà locale. "C'è una stupida legge per cui qui da noi è tutto al contrario", ha raccontato al quotidiano Ioannis Kassianos, il sindaco greco-americano di Itaca. "La legge dice che, non importa quanta terra tu possieda, non puoi costruire una casa che sia oltre i 250 metri quadrati. Ma l’emiro sostiene che il suo bagno è di 250 metri quadrati e la cucina da sola ne conta 1000...".   Al-Thani avrebbe pensato di spianarsi la strada con qualche 'regalò. "I suoi uomini ci hanno chiesto 'che cosa volete?' Gli ho risposto: 'L'isola ha un disperato bisogno di acquà. C'è già uno studio per posare una tubatura (sul fondale marino) che colleghi l’isola con la terraferma".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    05 Marzo 2013 - 16:04

    parassiti peggio del vaticano... non servono a nulla, non fanno nulla, ma sfruttano le fatiche altrui. E' il mondo dei parassiti legittimati dall'ignoranza.

    Report

    Rispondi

  • matteodaversa

    05 Marzo 2013 - 12:12

    Gli spartani staranno schiumando di rabbia nell'Ade.

    Report

    Rispondi

blog