Cerca

La decisione

New York, Bill De Blasio chiude il wifi gratuito: colpa di senzatetto e esibizionisti

New York, Bill De Blasio chiude il wifi gratuito: colpa di senzatetto e esibizionisti

Gruppi di persone riunite giorno e notte davanti a uno schermo, musica ad alto volume, video porno e consumo di droga e alcool. È questa lo scenario che ha indotto, non senza qualche polemica, il sindaco di New York Bill De Blasio a disattivare, almeno temporaneamente, i 400 punti di connessione wi-fi gratuita inaugurati appena sette mesi fa. 

Sono state troppe le segnalazione di abuso ricevute da LinkNyc, l'operatore che finora ha gestito le colonnine della Grande Mela. Gli spot (in diversi casi) si sono trasformati infatti in breve tempo in un bivacco di senzatetto, malviventi ed esibizionisti sorpresi a masturbarsi tra la gente. Quello che sette mesi fa era considerato come uno strumento per dare la possibilità a tutti di connettersi al "più esteso e veloce network al mondo", come aveva annunciato lo stesso primo cittadino De Blasio, nel giro di poco tempo si è trasformato in uno spazio "in cui si creano piccoli accampamenti, una condizione deplorevole e sfortunata". Lo ha dichiarato al BaNew York Times Barbara A. Blair, presidente del Garment District Alliance, l’associazione che rappresenta i commercianti del distretto dell’abbigliamento della città. 

La nascita di questa cabine aveva inizialmente suscitato grande entusiasmo che però si è ben presto trasformato in delusione e irritazione da parte dei commercianti delle zone interessate. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • neveradhimmi

    17 Settembre 2016 - 17:05

    Questo schifo con Rudy Giuliani era finito. Adesso, col COMUNISTA (attivo sin dagli anni '80 nelle organizzazioni pro-sandiniste) Di Blasio, torna.

    Report

    Rispondi

  • claudioarmc

    17 Settembre 2016 - 07:07

    E' destino, dopo essere stata ripulita da Giuliani e Bloomberg era ineluttabile che una nullità come il liberal De Blasio la riportasse velocemente allo stato di fogna

    Report

    Rispondi

blog