Cerca

attacco

Esplosione a New York, decine di feriti. Trovato un altro ordigno, è panico

Esplosione a New York, decine di feriti. Trovato un altro ordigno, è panico

Notte di terrore a New York, dove 29 persone sono state ferite in una esplosione nella zona di Chelsea, a Manhattan, a due giorni dall'arrivo di tutti i leader mondiali per la 71esima assemblea generale delle Nazioni unite, che si svolge a pochi chilometri di distanza.

La bomba - Un ordigno è esploso alle 20.30 ora locale, le 2.30 in Italia. L’esplosione è avvenuta tra la 23esima strada e la sesta Avenue, proprio davanti alla sede della Associated Blind Housing, che offre accoglienza, formazione e altri servizi per
ciechi. Delle ventinove persone rimaste ferite, riferiscono i vigili del fuoco, 24 sono state portate in ospedale. Tra loro un ferito grave. Nessuno, però, ha fatto sapere il sindaco Bill De Blasio, in pericolo di vita. Gli altri cinque hanno subito lesioni lievi, principalmente a causa dei vetri esplosi. "C’era tanto fumo e molto caos. Autobus che andavano contromano, locali che chiudevano frettolosamente, tutto ha chiuso subito", è la testimonianza raccolta dalla Cnn di una persona che si trovava
nei pressi del luogo dell’esplosione.

Il secondo ordigno - Poco distante, è stato trovato un secondo ordigno artigianale. Si tratta di una pentola a pressione dalla quale uscivano dei cavi collegati a un dispositivo esterno. La zona, sulla 27esima strada, tra la sesta e la settima Avenue, è
stata evacuata. La polizia ha inviato un sms ai residenti col seguente messaggio: "Un pacco sospetto è stato rinvenuto e chiediamo ai residenti di restare lontani dalle finestre.

Trump - Dura la reazione di Donald Trump, che si trovava a bordo di un aereo quando sono avvenuti i fatti. Appena atterrato, ha fatto una secca dichiarazione alla stampa: "È una cosa terribile - ha detto - quella che sta succedendo nel nostro mondo, quello che sta avvenendo nel nostro Paese. Saremo duri, intelligenti e vigili e metteremo fine a tutto questo".

Clinton - Di tutt’altro tenore la reazione di Hillary Clinton: "Prima di giudicare dovremo capire meglio cosa è successo, avere informazioni precise, capire i moventi di questi persone, capire chi si cela dietro questi incidenti", ha detto in una breve dichiarazione alle telecamere dal suo aereo elettorale. E ha ribatutto a Trump: "redo che sia sempre più saggio aspettare fino a quando non si hanno informazioni precise e dettagliate, siamo appena all’inizio delle indagini".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    18 Settembre 2016 - 11:11

    TRUMP trionfera'...Nonna Clinton, vai a preparare le torte per Halloween ! Lascia la politica agli UOMINI !

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    18 Settembre 2016 - 11:11

    Quella cornuta della Clinton chiama incidenti quanto accaduto.Questa è la dimostrazione di quanto sono vigliacchi certi politici che non hanno il coraggio di chiamare le cose con il proprio nome.

    Report

    Rispondi

  • SempreItaliano

    SempreItaliano

    18 Settembre 2016 - 10:10

    Devo dire che l'Italia, come l'Europa d'altronde hanno degnamente imitato l'America, antesignana dell'oltraggio a se stessa: Prima lasciano entrare nel proprio paese coloro che poi li distruggono....Questo "Loro e noi" la chiamiamo..."DEMOCRAZIA E MULTICULTURALISMO"....Demenziale!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma mi sembra che l'Europa stia, giustamente, rivedendo i propri errori. Ma l'Italia non ci sente!!!!!

    Report

    Rispondi

  • orebil59

    18 Settembre 2016 - 08:08

    Hillary é in crisi. Comincia la strategia della tensione.

    Report

    Rispondi

blog