Cerca

Grande Mela sotto attacco

Arrestato il sospetto bombarolo islamico: l'afghano che ha terrorizzato New York

Attentato a New, York, ricercato un afghano di 28 anni

La polizia di New York ha arrestato, al termine di una sparatoria, Ahmad Khan Rahami, 28 anni, afghano naturalizzato statunitense, sospettato di essere il bombarolo che ha terrorizzato la Grande Mela e il New Jersey. Una brevissima ed efficacie caccia all'uomo terminata a Linden, sobborgo di circa 40mila abitanti dove la famiglia ha un ristorante. L'annuncio da parte delle autorità newyorkesi dell'identificazione del sospetto era arrivato poco dopo la notizia che l'Fbi aveva condotto un raid in un edificio di Elizabeth vicino a dove la notte scorsa sono stati trovati cinque ordigni esplosivi, nei pressi della stazione della cittadina del New Jersey. Le autorità avevano anche rilasciato oggi una sua foto e una descrizione dettagliata: un metro e sessantacinque, cento chili di peso, capelli, occhi e barba castani. Ultimo indirizzo noto alle forze dell'ordine è in New Jersey, a Elizabeth. 

Secondo quanto riportato dal Washington Post la famiglia Rahami vive e lavora in quell'edificio. E' stato il portavoce della polizia di New York, Peter Donald, ad annunciare su Twitter la svolta nelle indagini che è arrivata dopo che le autorità hanno fermato diverse persone in relazione all'attentato. Ora gli inquirenti stanno cercando di determinare, scrive ancora il Post, se Rahami sia stato influenzato da gruppi militanti internazionali o del suo Paese di origine. L'Fbi aveva fermato ieri sera, intorno alle 8.45 locali, 5 sospetti di Elizabeth mentre erano in auto sul ponte di Verrazano a New York (Verrazano-Narrows Bridge) e si stavano probabilmente recando all'aeroporto.

Nessuno di loro è stato al momento incriminato. Secondo gli inquirenti che stanno indagando sugli ordigni di New York e New Jersey ci sono "delle similarità tra le bombe, non sono identiche ma vi sono similarità nel modo in cui sono state assemblate". Lo ha detto il governatore di New York, Andrew Cuomo che, intervistato dalla Cnn, ha confermato come si tratti di un possibile atto di terrorismo con legami internazionali: "Gli indizi che abbiamo portano a una pista straniera", ha spiegato Cuomo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlooliani

    19 Settembre 2016 - 18:06

    Islamici di merda!

    Report

    Rispondi

  • walter.capone-alex

    19 Settembre 2016 - 17:05

    SE TUTTO CONFERMATO, LUI IN GALERA PER LA VITA, LA FAMIGLIA SUL PRIMO AEREO PER KABUL!!! SI PERCHE' E DALLE LORO FAMIGLIE CHE DEVONO PARTIRE LE SEGNALAZIONI QUANDO VEDONO I FIGLI AVERE STRANI COMPORTAMENTI COME FACCIAMO TUTTI NOI GENITORI, ALTRIMENTI E' CONNIVENZA E ALLORA FUORI DALLE BALLE!!

    Report

    Rispondi

blog