Cerca

In Botswana

Troppo testosterone, le leonesse diventano lesbiche

Troppo testosterone, le leonesse diventano lesbiche

Lesbiche, o addirittura trans? È difficile definire esattamente il comportamento delle cinque leonesse della Moremi game reserve, nella zona del delta dell' Okavanko, in Botswana, cui l' African Journal of Ecology ha appena dedicato uno studio.
«Rare observation of the existence and masculine behaviour of maned lionesses in the Okavango Delta, Botswana» è il titolo.
Che vuol dire «Rara osservazione dell' esistenza e comportamento mascolino di leonesse con la criniera nel Delta dell' Okavango, Botswana». Non solo infatti le cinque femmine hanno iniziato a comportarsi da maschi, ma una di loro, indicata col il nome di SaF05, si è messa perfino e insistentemente a montare le compagne del branco. Addirittura, è cresciuta loro una criniera tipicamente maschile: evento che, non avendo potuto ovviamente le interessate pagarsi una cura di ormoni e trapianti in una delle numerose cliniche presenti a Casablanca, potrebbe forse indurre a riconsiderare certe categorie di «contro natura» che a volte vengono date per scontate.

Karl Gruber, che ha riportato la notizia sul New Scientist, osserva che in effetti il fenomeno di leonesse che iniziano a mutare comportamento e aspetto in senso maschile era stato già osservato in precedenza, anche se restava relegato ad livello di aneddotica.

Questo è dunque il primo vero studio scientifico sul tema. Guidato dal britannico Geoffrey D. Gilfillan dell' Università del Sussex e composto da ricercatori del Botswana Predator Conservation Trust dell' Università di Nottingham e dell' olandese Istituto di Scienze dell' Ambiente di Leida, il team di scienziati ha iniziato a studiare le cinque leonesse dal marzo del 2014, per i due anni successivi. SaF05 ha suscitato le maggiori attenzioni perché, pur avendo una criniera meno sviluppata, era però più grande delle altre e anche più mascolina nei comportamenti.

Secondo Luke Hunter, presidente dell' associazione conservazionistica Panthera, la spiegazione più probabile è un aumento del livello di testosterone nelle leonesse quando raggiungono la maturità sessuale. Il precedente è quello di Emma: leonessa in cattività nel National Zoological Gardens of South Africa che nel 2011 iniziò a mascolinizzarsi in seguito a un eccesso di testosterone creato da un problema alle ovaie. Rimosse queste, tornò a comportarsi da femmina. Per Hunter, cinque leonesse lesbiche nello stesso branco potrebbero dare al gruppo un vantaggio evolutivo: femmine che in caso di scontri con altri branchi possono dar man forte ai maschi in modo decisivo.

di Maurizio Stefanini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog