Cerca

Truppe occidentali nel Baltico

L'ira di Putin contro la Nato e l'Italia: "Aggressione militare"

L'ira di Putin contro la Nato e l'Italia: "Aggressione militare"

Non si è fatta attendere, la risposta della Russia alle dichiarazioni del segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, il quale ha annunciato l'invio di un contingente di forze speciali nei Paesi Baltici che dal 2018 sarà sotto comando italiano per far fronte a quelle che ha definito "crescenti dimostrazioni di forza" da parte del Cremlino.

"La politica della Nato è distruttiva. Questa politica - ha dichiarato la ministra degli Esteri della Federazione Russa, Maria Zakharova - non mira alla lotta contro minacce e sfide comuni, ma a un ulteriore allontanamento dei Paesi gli uni dagli altri". La portavoce della diplomazia di Mosca denuncia, inoltre, che "invece di sviluppare relazioni profonde e di buon vicinato, l'Alleanza è impegnata a costruire nuove linee di divisione in Europa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Stefano66

    16 Ottobre 2016 - 20:08

    #Lettonia https://www.change.org/p/firma-la-petizione-per-dire-no-ai-militari-italiani-al-confine-con-la-russia

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    16 Ottobre 2016 - 18:06

    Io sto con PUTIN!!! e con la Russia!!!

    Report

    Rispondi

  • healbissola2

    16 Ottobre 2016 - 17:05

    Hanno distrutto la jugoglavia ,hanno distutto la libia, hanno distrutto l'irak ,hanno distrutto la Libia e gli hanno dato il premio Nobel per la pace . Se distruggonno la Russia che premio gli daranno ?

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      16 Ottobre 2016 - 18:06

      Se distruggono! e se invece vengono distrutti dalla Russia?

      Report

      Rispondi

  • Giovanni Sandi

    16 Ottobre 2016 - 09:09

    L'Europa, intesa come unione politica e monetaria, ha il solo scopo di dividere gli stati membri e annetterne altri per lo sfruttamemto e conflitti tra gli stessi, prima dell'UE gli accordi tra stati erano chiari e trasparenti e da tutti rispettati, insomma prima c'era coesione, oggi con ste teste di cazzo imposte antidemocraticamente non potremmo che avere un futuro di fame,disperazione e morte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog