Cerca

Il ricorso

"Quel voto è irregolare": Trump in tribunale. La denuncia in uno Stato: la reazione

"Quel voto è irregolare": Trump in tribunale. La denuncia in uno Stato: la reazione

Donald Trump ha fatto causa al registro degli elettori della contea di Clark, in Nevada, contestando che nell’early voting la scorsa settimana, in un seggio del Mercado Latino di Las Vegas, le autorità avevano consentito alla gente di rimanere a votare oltre l’orario di chiusura. Il punto è che per la legge del Nevada agli elettori che sono in fila alle 20, orario di chiusura dei seggi, deve essere consentito di votare; ma nella sua azione legale, depositata oggi in un tribunale del Nevada, Trump sostiene e contesta che i funzionari elettorali hanno consentito alle persone di mettersi in fila alle 20. Donald Trump e Hillary Clinton in Nevada si contendono sei grandi elettori e Las Vegas è considerata base di sostegno per la candidata democratica. Trump, che il mese scorso ha annunciato che potrebbe non accettare l’esito delle elezioni se ritiene che non si siano svolte in modo equo, nella causa ha chiesto che le schede del seggio di Mercado Latino vengano tenute separate dagli altri voti, in attesa di eventuali altre contestazioni legali dei risultati dello Stato.

La reazione - Gloria Sturman, giudice della contea Clark nel Nevada, ha respinto la causa avanzata dai legali di Donald Trump per alcuni seggi per l’early voting aperti per oltre due ore dopo l’orario prefissato. La notizia è resa nota da politico.com. La giudice ha stabilito che i legali di Trump non avevano esperito i passaggi amministrativi necessari prima di ricorrere al giudice. I legali di Trump - secondo la magistratura - non hanno neppure tentato di trovare una soluzione con i responsabili del registro elettorale della contea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog