Cerca

Lo scivolone

La gaffe di Sarkozy che gli è costata l'entrata all'Eliseo

La gaffe di Sarkozy che gli ha giocato l'entrata all'Eliseo

La seconda corsa verso l'Eliseo non è andata a buon fine per Sarkozy (presidente dal 2007 al 2012), che ha giocato molto male le sue carte, dando il peggio di sè e mostrandosi forse una persona peggiore di quello che in realtà non sia. Dalla posizione di'intolleranza e moralista nei confronti degli immigrati, per ricorrere gli elettore di Le Pen, fino alla gaffe, scandita a voce alta: "doppia razione di patate fritte, questa è la Repubblica".

Un'uscita a dir poco teatrale sulle mense scolastiche e sull'introduzione di una doppia razione di patatine per i bambini che non mangiano carne; la gaffe non è stata trascurata dal filosofo Pascal Bruckner che, nell'intervista rilasciata al Corriere, non nasconde la soddisfazione di essersi sbarazzato di Sarkozy. Riguardo alla gaffe delle patatine, il filosofo si esprime così: "Un'idiozia. Si può lottare contro il terrorismo e anche prevedere menu vegetariani o senza carne di maiale nelle scuole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lupoclauss

    24 Novembre 2016 - 16:04

    Spero non finisca qui e che non finisca con lui. Miserabile ominicchio lui il musulmano nero e l'inglese perdente ...

    Report

    Rispondi

  • Leopard47

    21 Novembre 2016 - 20:08

    ride bene chi ride ultimo ometto arrogante pensa alla tua Carla non alle bombe di Gheddafi arrogante!!!

    Report

    Rispondi

  • CASSIODORO1

    21 Novembre 2016 - 19:07

    Chi lo compiange si dovrebbe prima parametrare

    Report

    Rispondi

  • cedrak

    21 Novembre 2016 - 18:06

    E questo è niente. Ci sarà da ridere a contare le corna che gli metterà la Bruni ! Mazziato e cornuto ! Ben gli stà !

    Report

    Rispondi

    • cipi84

      22 Novembre 2016 - 08:08

      Quando una donna é contenta e soddisfatta della vita, non va a cercare corna. La Bruni con lui sta bene: soldi, cultura, potere e frequenta ambienti adatti a lei.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog