Cerca

Sicurezza compromessa

La Francia ci ha mentito sui dossier: la verità sui reattori nucleari

 La Francia ci ha mentito sui dossier: la verità sui reattori nucleari

Pierre-Franck Chevet, presidente dell'Authority francese sulla sicurezza nucleare (ASN), ha lanciato l'allarme sulle condizioni di sicurezza del parco di reattori francese. "La situazione è molto preoccupante" ha dichiarato al quotidiano le Figaro, senza aggiungere tante spiegazioni. Il parco, costruito negli anni Settanta, è antiquato, non è stato adeguatamente aggiornato, e ora i costi di manutenzioni sono lievitati, mentre la situazione sicurezza è sempre più precaria.

La EDF, ovvero l'azienda che gestisce il parco, ha dovuto fermare 12 reattori per effettuare i dovuti controlli. L'evento scatenante è avvenuto ad aprile, quando un eccesso di carbonio è stato trovato nella vasca di un reattore di ultima generazione in costruzione a Flamanville, in Normandia. "Da allora abbiamo avuto molte altre brutte sorprese" continua il responsabile dell'ASN, e si riferisce ai molteplici controlli a tappetto nelle altre centrali che hanno portato alla scoperta di circa 400 dossier custoditi nella fabbrica del Creusot di Areva. I dossier, volutamente nascosti dai responsabili di allora, risalgono agli anni Sessanta e riguardano alcune anomalie e soprattutto alcune "pratiche inaccettabili".

L'agenzia per la sicurezza ha fatto infine sapere che deciderà se far partire i 12 reattori entro gennaio 2017. Nonostante il governo socialista abbia varato una legge sulla transizione energetica con lo scopo di sviluppare l'energie rinnovabili, tuttora la Francia basa il 78% del proprio fabbisogno energetico ancora sul nucleare. Fermare 12 dei 58 reattori operativi sul territorio potrebbe quindi rivelarsi un danno economico per la Francia, che si vedrà la bolletta della luce un po' più gonfia, ma a quanto dicono le autorità, i timori per la sicurezza sono ben più che fondati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni modena

    24 Novembre 2016 - 09:09

    equando mai i francesi hanno dettola verita' ?? sono semore con la puzza sottoil naso , ma la puzza e' la loro perche' si lavano meno della meta' degli altri europei

    Report

    Rispondi

  • er sola

    23 Novembre 2016 - 21:09

    Ma qui da noi i coglioni ne le avevano volute perchè ritenute pericolose.

    Report

    Rispondi

blog