Cerca

Lo scenario

Diaz-Canel, chi è l'uomo che guiderà Cuba dopo Castro

Diaz-Canel, chi è l'uomo che guiderà Cuba dopo Castro

Raul Castro terminerà il suo mandato nel febbraio 2018. Ma cosa succederà dopo, alla luce della morte di Fidel? Raul da quasi quattro anni sta costruendo il futuro di Cuba, riporta il Messaggero, da quando ha nominato vicepresidente del Consiglio di Stato, il massimo organo di governo, Miguel Diaz-Canel Bermudez a cui ha affidato non solo il dicastero alla Scienza, educazione, sport e cultura, ma anche la "responsabilità di continuare a costruire il progetto socialista".

Ingegnere elettronico di 56 anni, Diaz-Canel proprio per la sua età non ha conosciuto la rivoluzione ma in trent'anni ha scalato i gradini del potere e ora è considerato l'uomo che traghetterà Cuba nell'era post-castrista. Amato dalla gente, "perché sa ascoltare" ed è £una persona estremamente alla mano" ha costruito la sua carriera lontano dai riflettori. Non si è mai fatto tentare dal miele del potere, "non è un ambizioso né un improvvisato", ha detto di lui Raul Castro nell'annunciarne la nomina. 

Ora la sua sfida potrebbe essere ostacolata non tanto dai generali e dalla casta militare, bensì dall'ultimo discendente della stirpe: Antonio Castro, settimo dei nove figli di Fidel, nato nel '69 dal matrimonio del Lider Maximo con Dalia Soto del Valle, medico ortopedico, noto soprattutto per la sua passione per il golf e dal profilo politico quasi inesistente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog