Cerca

Fatti fuori in nome del Cav

Berlusconi e la pubblicità della Ford,
licenziati gli indiani che l'hanno fatta

Silvio a bordo di un'auto con tre donne imbavagliate nel bagagliaio. Un manifesto choc che ha creato rumorose polemiche. Alla fine chi ha ideato la vignetta l'ha pagata cara

Berlusconi e la pubblicità della Ford,
licenziati gli indiani che l'hanno fatta

Alla fine la pubblicità indiana della Ford che ritraeva Silvio Berlusconi su un' auto che rapiva tre ragazze seminude imbavagliate nel bagagliaio è costata cara a chi l'ha realizzata. Infatti alcuni pubblicitari della filiale indiana dell'agenzia Wpp sono stati licenziati. Quella pubblicità aveva creato subito polemiche ed indignazione su buona parte dell'opinione pubblica italiana e indiana. Così nei giorni scorsi la filiale indiana della Ford è stata costretta a scusarsi pubblicamente. "Le immagini sono state realizzate da singoli individui senza passare attraverso i regolari processi di revisione", ha reso noto la Wjt, unità indiana della Wpp, gruppo pubblicitario tra i più importanti al livello mondiale. "Dopo un'attento esame della situazione abbiamo deciso alcune azioni disciplinari contro i responsabili, compreso il licenziamento di alcuni dipendenti". Tra i protagonisti degli spot non c'era solo Silvio Berlusconi ma anche Michael Schumacher e Paris Hilton. Alla base dello scandalo, oltre alla mancanza di rispetto per l'ex premier italiano, c'è anche un problema di morale pubblica e di buon costume. Le foto pubblciitarie infatti erano state caricate sul sito web dell'agenzia il giorno dopo l'approvazione da parte del governo indiano di leggi più aspre contro i reati a sfondo sessuale. Intanto la guerra silenziosa tra Italia e India si gioca anche su questo piano. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stevenson 46

    28 Marzo 2013 - 18:06

    Henry Ford, fondatore della Ford, è ricordato come eccezionale imprenditore e feroce antisemita. Scrisse il libro L'ebreo internazionale che ispirò il Mein Kampf di Hitler da cui fu decorato nel 1938 con la più alta onorificienza del Terzo Reich. Suggerisco ai pubblicitari della Ford uno spot sull'argomento.

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    28 Marzo 2013 - 11:11

    quando hanno il vizio nazionale dello stupro?ed una volta è stato pizzicato,a tentarne uno,persino un tale membro di un parlamento locale!

    Report

    Rispondi

  • Cosean

    28 Marzo 2013 - 04:04

    come non creasse subito indignazione il fatto di licenziare chi ha ideato la vignetta. Ormai la mentalità Italiana è quella di prostrarsi al potente di turno. Esattamente come nel ventennio!

    Report

    Rispondi

  • perfido

    27 Marzo 2013 - 22:10

    Una ne fa e cento ne pensa. Pur di continuare a praticare il bunga-bunga, si trasferisce in India. Altro che pubblicità. Non vorrei che il sesso è solo una scusante mentre il vero motivo possa essere quello di aprire un "Casino" per i Marò. Spero che la Boccassini, non aprirà un altro fascicolo in Procura a Milano. Che stupido che sono, quella legge solo i giornali del csx.

    Report

    Rispondi

blog