Cerca

Giustizia folle

Olanda, sentenza choc: "Via libera alle fondazioni che promuovono la pedofilia"

Può riaprire una fondazione chiusa in precedenza. La motivazione: "Le sue proposte sui contatti sessuali tra adulti e bambini non sono contrarie ai valori della società olandese"

Olanda, sentenza choc: "Via libera alle fondazioni che promuovono la pedofilia"

Sentenza choc in Olanda. Nel paese più libertario del'occidente, una Corte d'Appello ha stabilito che non deve essere vietata l'attività di una fondazione che promuove la pedofilia, ribaltando così quella di primo grado. Proprio l'anno scorso, un tribuanle civile olandese aveva sciolto il gruppo Stitching Martij, sostenendo che le sue proproste sui rapporti sessuali tra adulti e bambini non andavano contro i valori e il comune sentire della sopcietà olandese. Qualche giorno fa, la corte d'appello ha però sottolineato come i tesi e le foto presenti sul sito web della fondazione non erano contrarie. Di più. Secondo i giudici, "il fatto stesso che alcuni dei suoi membri siano stati condannati per reati sessuali, non andava connesso al lavoro della fondazione". Sarà, intanto il procuratore sta valutando la possibilità di ricorrere contro la sentenza in un ulteriore grado di giudizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    08 Giugno 2013 - 00:12

    in Olanda un arabo *cittadino olandese* macellò in mezzo alla strada il regista Van Gogh che aveva osato fare un film denuncia sgradito agli islamici.. reazioni deboli..i norvegesi dopo la IIa guerra si *vendicarono* contro migliaia di bambini nati da madri norvegesi e padri tedeschi, trattandoli come dei paria (questi hanno fatto un class action e chiesto i danni.. ora sono 70enni) gli svedesi hanno toccato livelli di idiozia notevoli.. si sono accorti (ma và?) che gli immigrati gli costano in welfare 8 volte di più dei lavoratori svedesi.. poi una loro ministra (lesbica, femminista e..cretina) fece una legge da minus habens.. proibì la prostituzione, ma dovevano essere puniti solo i clienti.. FIASCO CLAMOROSO..i clienti (e la ragazza) affermavano che erano "amici" e non c'era stato nessun pagamento.. e tutto continuò come prima.. come giusto del resto..i pisciafreddo borghesi odiano le prostitute xchè *non possono togliere loro i mezzi di produzione*, come diceva C. Marx

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    03 Aprile 2013 - 19:07

    E noi dovremmo stare in quest'Europa? Una Unione di Stati che approva accoppiamenti tra phroci e lesbiche e che non punisce ma, tollera la pedofilia, non ha il diritto di esistere. Sciogliamo tutto questo schifo.

    Report

    Rispondi

  • xulxul

    03 Aprile 2013 - 19:07

    La corte ha prevenuto quello che da maggio sarà "normale": il nuovo dsm-IV declasserà la pedofilia, come ha già fatto con l'omosessualità, da patologia a disturbo della personalità, che, se egosintonico, non sarà più da "curare", in quanto integrato nella personalità del soggetto. Di conseguenza, sarà solo colpa della società e delle sue "fobie" se, in base ad arcaici e obsoleti codici morali, cercherà di opporsi alla dissoluzione della società. Quindi siamo avvisati.....

    Report

    Rispondi

  • plaunad

    03 Aprile 2013 - 18:06

    Oooooh, ma come sono belli, ma come sono bravi, ma come sono civili i Paesi progrediti del Nord Europa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog