Cerca

Venti di guerra

Corea del Nord, tensione alle stelle
Il Giappone piazza le batterie anti-missile

Il regime di Pyongyang ha fatto rientrare 53mila coreani che lavorano in Corea del Sud. Sollecito esteso anche ai cittadini degli stati terzi

Kim Jong-un osserva il confine con la Corea del Sud

Kim Jong-un osserva il confine con la Corea del Sud

Sempre più teso il clima in Asia a seguito delle ripetute minacce nucleari della Corea de Nord. Il Giappone, su decisione del ministero della Difesa Itsunori Onodera, ha sistemato delle battierie anti-missile (i Pac 3) nel centro di Tokyo e in altri punti della città per difendersi da attacchi nucleari che - secondo i giapponesi - potrebbero esserci intorno al 10 aprile. 

Venti di guerra - A confermare i timori di un'imminente guerra tra le due Coree è il ritiro, da parte del regime di Pyongyang, di 53 mila lavoratori nord coreani che lavorano in Corea del Sud, definita da Seul come "ingiustificabile". La Corea del Nord ha inoltre intimato ai cittadini stranieri presenti nel territorio sudcoreano a lasciare il Paese in vista di un eventuale conflitto tra le due coree: "Non desideriamo nuocere agli stranieri in Corea del Sud, qualora dovesse esserci un conflitto", recita un dispaccio dell'agenzia di stampa ufficiale del regime nordcoreano. Il regime Pyongyang già venerdì scorso aveva sollecitato tutti gli Stati ad abbandonare le rispettive ambasciate, ipotesi che però finora nessuno ha preso in considerazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    10 Aprile 2013 - 17:05

    Va fermato con ogni mezzo. Sembra che stiano tutti alla finestra, se il grasso pazzoide sgancia bombe atomiche sono cazzi amari per tutti. America, Cina , Russia, Europa, battete un colpo.

    Report

    Rispondi

  • giannistecca

    09 Aprile 2013 - 12:12

    Purtroppo nessuno gli crede, anzi lo prendono per il culo. Nessuno credeva nemmeno a Hitler quando passo, passo occupava l'Austria, la Cecoslovacchia ecc. Fino a quando non ha occupato anche la Polonia e allora qualcuno si è svegliato. Oggi c'è solo una piccola differenza: Hitler non aveva la bomba nucleare mentre questo "chiamatelo come volete" ce l'ha. E non si sa nemmeno quante ne abbia. E' inutile dire che Obama gli tapperà il culo: lo so anch'io che l'America ha un potenziale bellico da far scoppiare il pianeta come un'anguria quando cade a terra. Ma questo non c'entra con un eventuale attacco a sorpresa in sud Corea, Giappone, Okinawa o Guam. Potrebbero esserci milioni di morti prima che l'America gli tappi il culo. Questo è il problema. Io non so se la diplomazia segreta russa e cinese siano in contatto con la diplomazia segreta USA. Fatto sta che senza un attacco preventivo se attacca prima lui saranno cazzi amari. Idem per l'iran se attacca per primo Israele.

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    09 Aprile 2013 - 10:10

    Possibile che tutti i nord coreani siano d'accordo con quella palla di lardo? Se non è così perchè non tentano di eliminarlo?

    Report

    Rispondi

  • biemme

    09 Aprile 2013 - 10:10

    ritira anche quelli che sono in Italia? Magari, gli possiamo dare anche qualche milione di cinesi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog