Cerca

La strage di Boston

L'attentatore è un facoltoso indiano
sparito da casa un mese fa

Uno dei due sospetti vicino al piccolo Martin

Uno dei due sospetti vicino al piccolo Martin

 

I due uomini sospettati per l’attentato di Boston, uno morto in seguito alle ferite riportate durante la sparatoria con la polizia la notte scorsa a Watertown e l’altro ancora  latitante, "avevano collegamenti internazionali e sono entrati legalmente nel paese circa un anno fa". Sarebbero stati identificati dagli scanner della polizia stradale, come Mike Mulugeta e Sunil Tripathi. Quest'ultimo è uno studente di 22 anni di origine indiana e appartenente ad una famiglia facoltosa iscritto alla Brown University  che risultava scomparso da circa un mese. La famiglia dall’India aveva lanciato un appello il 16 marzo scorso, diffuso in una sorta di "Chi l'ha visto" indiano, in cui si chiedeva al figlio di tornare.



 

Non ci sarebbero però al momento conferme ufficiali. Anche i medici dell’ospedale dove è stato portato quello che viene chiamato "suspect number one" hanno detto che no si conosce l’identità dell’uomo che è morto a seguito delle gravi ferite, provocate da armi da fuoco ed esplosioni, hanno detto.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog