Cerca

Stati Uniti

L'incredibile storia di tre adolescenti
Furono rapite 10 anni fa
ritrovate sane e salve

Le ragazzine era state sequestrate in tempi diversi da un insospettabile autista di bus. Nella casa degli orrori anche due bambini

Una delle vittime è riuscita a fuggire, aiutata da un vicino, e ad avvisare la Polizia che ha provveduto a liberare anche le altre due ragazze
La casa di Ariel Castro

La casa di Ariel Castro

 

Erano poco più che adolescenti quando sparirono dalla circolazione: rapite in tempi diversi nel giro di un biennio in un tranquillo quartiere di Cleveland, in Ohio. Oggi, a distanza di dieci anni, sono state ritrovate sane e salve tutte insieme. E' questa l'incredibile storia che arriva dagli Statu Uniti, dove una delle vittime è riuscita a fuggire e ad avvisare la Polizia che ha provveduto a liberare anche le altre due ragazze tenute segregate per tutto questo tempo da un insospettabile "orco", un autista di scuola bus di 52 anni, che è stato arrestato insieme ad altri due uomini, suoi fratelli.

 

Protagoniste di questa drammatica vicenda dal lieto fine sono Gina De Jesus, 23enne rapita nel 2004, Amanda Berry oggi 26enne, che aveva fatto perdere ogni traccia nel 2003, Michelle Knight, 30 anni, anche lei scomparsa nel 2003. Casi analoghi, ma ognuno diverso dall'altro, che nessuno poteva immaginare fossero legati dallo stesso incredibile destino. Oggi però c'è stata la svolta della loro vita: Amanda infatti è riuscita a scappare, forse grazie all'aiuto di un vicino. Quindi ha avvisato la Polizia dicendo di essere stata rapita dieci anni fa. Agli agenti avrebbe implorato di far presto nel liberare le sue compagne di prigionia prima che il loro aguzzino, Ariel Castro, tornasse a casa. Tutti gli abitanti della zona, si sono quindi riversati per strada per vivere in prima persona l'incredibile ritrovamento. In casa con loro c'erano anche due bambini di tre e nove anni: uno di questi è figlio di Amanda. Le donne sono state ricoverate in ospedale tuttavia, secondo gli inquirenti, sono in perfette condizioni.

La telefonata - "Aiutatemi!", ha urlato nella cornetta, messale a disposizione da un vicino, Charles Ramsey, che l’aveva aiutata a evadere dall’abitazione in cui lei e le due compagne erano tenute segregate, probabilmente fin dal momento stesso dalla sparizione di ciascuna. "Sono Amanda Berry. Sono stata sequestrata e data per dispersa per dieci anni, ma sono qui. E sono libera adesso!", ha esclamato. Ora 26enne, l’ex ostaggio ha aggiunto che l’aguzzino suo e delle altre ragazze era "fuori", e ha pregato gli agenti di accorrere al più presto per salvarle tutte. Poco dopo la cattura di Castro, gli inquirenti hanno proceduto all’arresto di due suoi fratelli per presunta complicità. Al network televisivo 'Cnn' Ramsey ha poi raccontato che, mentre passava per caso davanti alla casa-prigione, ha visto una donna che cercava disperatamente di forzare la porta d’ingresso per uscire, ma che questa non si apriva bene. E’ intervenuto e le ha dato una mano a forzarla, e lei è venuta fuori insieme a una bambina. All’interno è stato poi trovato anche un secondo minore. Sulle prime il soccorritore non ha compreso con chi avesse a che fare e, quando gli è stato chiaro, è rimasto sbigottito. "Mi sono reso conto che stavo chiamando il 911 per conto di Amanda Berry. Pensavo che fosse morta!", ha commentato. Resta un interrogativo inquietante: quale sia la sorte di una quarta ragazza, anche lei scomparsa ma nel luglio 2007, a 14 anni. Le sue ultime tracce conducono alla stessa zona dove si persero quelle di Amanda, Gina e Michelle. Dov'è?

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cartonito

    08 Maggio 2013 - 11:11

    dimenticavo un particolare importante la corda dovrebbe essere molto fine e resistentissima.

    Report

    Rispondi

  • cartonito

    08 Maggio 2013 - 10:10

    invece della pena di morte perchè non li legano i testicoli con una corda e ogni 5 minuti li fanno dare una bella tirata a quelle povere bambine , perlomeno si riprenderebbero una piccola rivincita.

    Report

    Rispondi

  • PAXAETARNAE

    07 Maggio 2013 - 11:11

    speriamo che applichino la legge moltiplicata per ogni anno di detenzione pena di morte compresa

    Report

    Rispondi

blog