Cerca

I pirati telefonano al Corriere:

«Trattate o saranno guai»

I pirati telefonano al Corriere:
Non scherzano. I pirati somali che hanno abbordato e sequestrato la nave cargo italiana Buccaneer lo scorso 11 aprile minacciano conseguenze drammatiche per l'equipaggio se non dovessero veder soddisfatte le loro richieste. I malviventi hanno telefonato al cronista inviato sul posto dal Corriere della Sera: «Se entro 48 ore non cominciate le trattative faremo una brutta cosa». Un'altra chiamata era stata fatta lunedì scorso dal comandante, che in una conversazione dai toni strazianti aveva rivelato come la ciurma fosse ridotta a lavarsi con acqua di mare e ormai prossima a perire di stenti: «Viamo senza cibo, acqua e stiamo impazzendo». Margherita Boniver, inviato del governo italiano per le crisi umanitarie, sostiene che il nostro Paese continua a fare la sua parte pur mantenendo il massimo riserbo sulle operazioni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog