Cerca

La furia della natura

Tornado killer a Oklahoma City
Colpita una scuola e un ospedale:
91 morti, per lo più bambini

Il presidente Obama dichiara lo stato di calamità. Un altro tifone è atteso in giornata

Scene apocalittiche dopo il passaggio del tornato a Oklahoma City

Scene apocalittiche dopo il passaggio del tornato a Oklahoma City

Un tornado gigantesco di oltre tre chilometri di diametro ha seminato, nel pomeriggio di ieri ora locale, morte e distruzione a Oklahoma City, nel centro-sud degli Stati Uniti. Le autorità hanno confermato almeno 91 morti, tra cui 20 bambini, ma il bilancio, già salito rapidamente nelle ultime ore, sembra destinato ad aumentare. Case sono state rase al suolo, ridotti al suolo interi quartieri, auto lanciate in aria come giocattoli e hanno subito danni gravissimi almeno due scuole. Mancano all’appello molti bambini; e sono bambini anche almeno 45 dei 230 feriti.  Il servizio Meteorologico nazionale ha dato una valutazione preliminare di tempesta EF-4 con venti tra i 267 e i 322 km/orari, più potente di un uragano forza 5. 

Tornado killer, guarda il video  su LiberoTv
Scene apocalittiche viste da un elicottero, guarda il video su LiberoTv 
I soccorsi delle vittime, guarda il video su LiberoTv
La furia del tornado su una stazione di benzina, guarda il video su LiberoTv

Cumuli di macerie - Il bilancio potrebbe aumentare perchè molte persone sono ancora intrappolate e le squadre di soccorso hanno dovuto lavorare tutta la notte cercando tra le macerie, in particolare nel quartiere di Moore, una comunità di circa 50mila persone a una quindicina di chilometri a sud della città, dove ci sono stati i maggior danni. Il presidente Usa, Barack Obama, ha dichiarato lo stato di calamità sbloccando gli aiuti federali e promettendo tutto l’aiuto di cui ci sia bisogno.   La tempesta, che ha toccato terra alle 14:56 ora locale (16 minuti dopo il primo allarme), è durata oltre 40 minuti e ha camminato per un percorso di circa 32 km dalla località di Newcastle fino a Moore. Oltre alle scuole, pesantemente danneggiati un ospedale e un cinema, e centinaia di famiglie sono rimaste senza casa. Una scuola elementare, la Plaza Towers Elementary School di Moore, è stata ridotta a un cumulo di macerie e metalli contorti, e le squadre di soccorso faticano a tagliare le travi cadute e i detriti in cerca degli alunni rimasti intrappolati. In un’altra scuola elementare, la Briarwood Elementary School, il tetto è crollato e un reporter dell’emittente Kfor-Tv ha visto bambini di 9 anni estratti dalle macerie. Una portavoce locale, Amy Elliot, ha confermato che mancano all’appello almeno 20 bambini, la gran parte con meno di 12 anni. 

Guarda la gallery "Bambini dentro l'apocalisse"
Guarda la gallery: "Devastazione e morte dopo il passaggio del tornado"

Il messaggio di Obama - Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha dichiarato lo stato di calamità per l'Oklahoma sbloccando così gli aiuti federali per le zone colpite dai tornado. Il presidente ha parlato al telefono con il governatore dell’Oklahoma, Mary Fallin, per esprimere cordoglio e per ribadire che l’amministrazione, attraverso la protezione civile Usa (Fema), "è pronta a fornire l’assistenza necessaria".

Tre tornado in 14 anni - Il tornado che si è abbattuto nella zona meridionale di Oklahoma City è il peggiore degli ultimi 2 anni negli Stati Uniti per numero di morti provocati. Lo ha sottolineato il National Weather Service commentando il bilancio delle vittime destinato ad aggravarsi. Il triste primato spetta al tornado che due anni fa uccise 161 persone a Joplin, in Missouri, provocando danni per oltre un miliardo di dollari. Solo nel 2012 sono stati almeno 70 i tornado 'killer' negli Usa. "Ho seguito tempeste e tornado per 18 anni e non ho mai visto nulla di simile", ha raccontato Lance West, reporter di Kfor. "Il tornado di ieri che ha devastato il sobborgo di Moore - ha osservato - è sicuramente il più devastante che abbia mai visto". Moore è stata colpita da tre tornado negli ultimi 14 anni. L’allarme del National Weather Service Storm Prediction Center è scattato ieri circa 20 minuti prima che il tornado toccasse terra, alle 15.01 ora locale. Generalmente il preavviso non supera gli 8-10 minuti, secondo quanto ha spiegato Keli Pirtle, uno dei portavoce del Centro Meteo di Norman, in Oklahoma. Domenica scorsa i tornado, nel picco della stagione, avevano ucciso 2 persone in Oklahoma ferendone 39. L’allarme tornado in questo periodo incombe su 10 Stati Usa: Texas, Oklahoma, Arkansan, Kansas, Missouri, Illinois, Wisconsin, Indiana, Michigan e Iowa. L’area maggiormente a rischio è proprio quella di Joplin dove il 22 maggio di due anni fà si abbattè il peggior tornado che si ricordi. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sentinella f

    22 Maggio 2013 - 07:07

    la popolazione che non ha possibilità di costruire case migliori se non in cartongesso e legno è a rischio non solo del tornado che si è abbattuto ma dell'incompetenza di chi ha dato l'allerta solo 16 minuti prima. E' certo che i rappresentanti politici di questi cittadini hanno gli allertatori meteo solo per alcune popolazioni. Ora l'aspetto geografico: quanto è stato trasformato dall'uomo e quanto incide sul clima? Cosa faranno i governi in genere visto che molte calamità in tutti i Paesi sono aggravate dalla trasformazione selvaggia dell'intervento umano?

    Report

    Rispondi

  • taxidriver63

    21 Maggio 2013 - 14:02

    vanno avanti a fare le case in cartongesso e legno....poi piangono

    Report

    Rispondi

blog