Cerca

Missione di pace

Attentato contro convoglio italiano
Feriti due soldati in Afghanistan

Una bomba è esplosa al passaggio di un Lince del contingente italiano a trenta chilometri da Farah

Soldati italiani in Afghanistan

Soldati italiani in Afghanistan

L’esplosione di un ordigno ha coinvolto un mezzo con militari italiani in Afghanistan. Ancora da chiarire, riferiscono dalla Difesa, la dinamica dell’incidente. In conseguenza della deflagrazione, due soldati sono rimasti feriti. L'attentato, sempre secondo quanto si è appreso, è avvenuto ad una trentina di chilometri da Farah, una delle zone da sempre più turbolente dell'area affidata al controllo del contingente italiano. I militari coinvolti, che si trovavano a bordo di un blindato Lince, sono stati subito soccorsi ed evacuati.

Non sono gravi - Non sono in pericolo di vita i due militari italiani rimasti feriti nell'esplosione. I due, riferisce una nota dello Stato maggiore della Difesa, sono stati trasportati all'ospedale da campo di Farah. La nota ricostruisce la dinamica dell'incidente. ''Stamattina alle ore 8.50 locali (06.20 italiane) un convoglio composto da automezzi della Transition Support Unit (Tsu) South e dell'Afghan National Army (Ana) veniva interessato dall'esplosione di un'autovettura civile che causava il ferimento di due militari italiani a bordo di un veicolo tattico del tipo VTLM 'Lince'. La colonna stava muovendo da Farah in direzione Bala Boluk e l'incidente è avvenuto a circa 20 chilometri da Farah''.

I talebani rivendicano l'attentato - I talebani afghani hanno rivendicato oggi l'attacco contro un veicolo militare italiano nella provincia occidentale di Farah, sostenendo che ''cinque italiani sono morti'' e che l'attacco è stato compiuto "da un kamikaze". In un breve comunicato il portavoce degli insorti Qari Yousuf Ahmadi ha sostenuto che "l'attacco suicida" è stato effettuato alle 9,30 locali vicino a Bala Boluk. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    27 Maggio 2013 - 14:02

    L'Italia è alla fame e il marciume di Palazzo Chigi,spende miliardi di euro per mantenere le "missioni di pace" in Paesi inferiori e comprare aerei f35 che costano un patrimonio togliendo il pane agli italiani...Mi dispiace ma solo una sanguinosa rivolta di Popolo ci potra' salvare dal baratro !

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    27 Maggio 2013 - 12:12

    Una volta di più mi chiedo che cosa ci stiano a fare i nostri militari in Afghanistan avendo alle spalle un Parlamento che per due terzi è composto da individui schierati dalla parte dei terroristi Talebani, che considerano "patrioti", ed un Governo completamente disinteressato rispetto allo spinoso problema delle pretese missioni di pace.

    Report

    Rispondi

blog