Cerca

Transgender

Chris, Navy Seal che cercava Bin Laden fa outing:"Sono una donna, da sempre"

Ha passato vent'anni nelle teste di cuoio a stelle e strisce impegnato nelle missioni più dure ma dentro si sentiva femmina sin da quando era nato

Chris, Navy Seal che cercava Bin Laden fa outing:"Sono una donna, da sempre"

Chris e Christina Beck

E' cresciuto giocando a football, in una famiglia conservatrice cristiana, appena adulto ha indossato l'elmetto e imbracciato il fucile ed è diventato un Navy Seal, testa di cuoio a stelle e strisce. Un vero e proprio "guerriero", di quelli impiegati in conflitti e guerre non convenzionali, di quelli che vedi solo nei film. Chris Beck è stato un soldato per venti anni eppure dentro di sè qualcosa lo rendeva estraneo a quel corpo che madre natura gli aveva donato. A poco è servito farsi crescere il lungo barbone, la tuta mimetica, le medaglie al valore e le missioni belliche tra i monti dell'Afghanistan: Chris militare fuori ma principessa dentro. Oggi quell'uomo con l'anima da femmina ha il coraggio di ammetterlo: "Sono una donna e lo sono sempre stata".

Di Chris, primo Navy Seal a far outing, resta ben poco: adesso si chiama Christen, ha lunghi capelli neri e prende ormoni per prepararsi al definitivo cambio di sesso. Da circa una settimana è uscito il suo libro verità - La principessa guerriera, scritto a quattro mani con una psichiatra specializzata in terrorismo - in cui racconta quella che forse è stata la battaglia più dura da affrontare. L'ex combattente faceva parte del "Team Six", l'unità di teste di cuoio che catturò Osama Bin Laden anche se, nel 2011, circa sei mesi prima dell'uccisione del capo di Al Qaida ha mollato fucile e mimetica ed è andato in pensione, all'età di 46 anni.

Sul suo petto le medaglie che si è guadagnato in prima linea in Afghanistan, così racconta in un estratto del suo libro: "Mi ero fatto crescere la barba e mi hanno scambiato per uno di loro. In realtà sono un'amazzone in incognito, che si è presentata come un militare americano travestito da Pasthun", gruppo etnico che abita in prevalenza l'Afghanistan e il Pakistan. La violenza e la guerra non l'hanno mai spaventato ma in cuor suo sognava tutta un'altra vita, come quella della sorellina Hanna. Chiudeva gli occhi e immaginava di risvegliarsi nel suo corpo e quando non c'era indossava di nascosto i suoi vestiti.

Durante la sua carriera militare però Chris ha sempre tenuta nascosta la sua inquietudine, poi la pensione e infine la dichiarazione pubblica su facebook: "Da questo momento lascio da parte i travestimenti e annuncio al mondo la mia verà identità. Sono una donna". Alla fine Christen è stata accettata anche dai suoi ex compagni di guerra che, dopo un attimo di stupore, le hanno inviato messaggi di conforto e solidarietà: "Fratello sto con te. Essere Seal è dura, ma questo sembra più arduo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog