Cerca

Alta tensione a Istanbul

La "pulizia" di Erdogan:
sgomberato Gezi park,
decine di arresti e feriti

A poche ore dall'ultimatum del premier turco, le forze dell'ordine hanno attaccato i manifestanti asserragliati nel parco. Smantellate le tende del campo

La "pulizia" di Erdogan:
sgomberato Gezi park,
decine di arresti e feriti

Ancora violenti scontri ad Istanbul a Gezi Park. In serata la polizia ha fatto irruzione nei giardini presidiati dagli attivisti che contestano il piano di taglio degli alberi, attaccando i manifestanti con lanci di lacrimogeni e idranti. Il campo, cuore della protesta contro il governo del premier turco Recep Tayyip Erdogan, è stato sgomberato dopo 18 giorni di occupazione. Dopo le cariche con lacrimogeni ed idranti in piazza Taksim, la polizia ha sgomberato le tende dei dimostranti. Secondo alcune testimonianze ci sarebbero feriti. Alcuni in modo grave. Diverse persone sono state portate in ambulanza in un vicino ospedale. Circa 100 autobus sono stati parcheggiati nelle vicinanze per portare via le centinaia di manifestanti che sono stati fermati dalla polizia. La polizia, accusano i manifestanti su twitter, è entrata in azione con i manganelli anche dentro le tende-ospedale del campo, dove operavano medici volontari.

Guarda il video dello sgombero di Gezi Park su Liberotv


I manifestanti non mollano - Lo sgombero è avvenuto meno di un'ora dopo che il primo ministro Erdogan aveva minacciato l'intervento della polizia se i dimostranti non avessero lasciato il parco entro domani. Proprio domani il movimento di protesta aveva organizzato una grande manifestazione contro il governo turco. Lo sgombero e gli scontri arrivano dopo l'occupazione a oltranza della piazza nonostante la disponibilità espressa ieri dal premier  Erdogan a sospendere la riqualificazione del sito e alle aperte minacce pronunciate da Erdogan davanti a decine di migliaia di sostenitori accorsi al suo comizio ad Ankara. "Continueremo la nostra resistenza contro ogni ingiustizia che avviene nel nostro paese... È Solo l'inizio, la nostra lotta continuerà", hanno gridato i manifestanti. Intanto la tensione ora è alle stelle. Domani i manifestanti tenteranno ancora una volta l'invasione del parco per dare vita ad un raduno che la polizia di fatto stasera ha bloccato. (I.S)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kalamaki

    16 Giugno 2013 - 16:04

    Fu la Commissione Europea presieduta da Romano Prodi a chiedere, il 6 ottobre 2004, che venissero avviati i negoziati con la Turchia per il suo ingresso nell'Unione Europea ( fonte : Wikipedia). Le cose poi per fortuna sono andate avanti a rilento e, si spera, adesso, definitivamente naufragate.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    16 Giugno 2013 - 11:11

    Fu il PDS, l'UE e Chirac, in particolare a frenare l'ardore turco del Silvio innomorato della danza del ventre.

    Report

    Rispondi

  • lallo1045

    16 Giugno 2013 - 08:08

    E questo vorrebbe entrare in Europa?

    Report

    Rispondi

blog