Cerca

Dopo 12 anni di combattimenti

Segnali di pace in Afghanistan
Via al dialogo talebani-Karzai

I guerriglieri incontreranno anche gli emissari di Obama. Ma il processo è ancora lungo e difficile

Karzai e Obama

Karzai e Obama

Primo passo verso la tregua in Afghanistan. I talebani apriranno in giornata un ufficio in Qatar, in vista dell’avvio di pace con il governo afghano dopo 12 anni di combattimenti nel Paese. Lo ha confermato il portavoce Zabiullah Mujahid. "L'ufficio aprirà il dialogo tra i talebani e il mondo", ha affermato il portavoce. Il governo afghano invierà presto propri emissari in Qatar, ha annunciato da parte sua Hamid Karzai, nel giorno in cui la Nato ha avviato la quinta e ultima fase del processo di transizione della sicurezza avviato nel 2011 e destinato a concludersi a fine 2014. Il nuovo passaggio di consegne tra la Nato e l'esercito afghano (Ana), forte di 350mila uomini, riguarda 95 distretti, tra cui le turbolente aree al confine con il Pakistan.

L’annuncio di Karzai dovrebbe rappresentare il primo passo verso un processo di pace che non è mai decollato, nonostante i tentativi degli ultimi due anni. Karzai ha spiegato che i colloqui dovranno cominciare in Qatar per poi trasferirsi rapidamente in Afghanistan e non dovranno diventare lo strumento di un Paese terzo per sfruttare l'Afghanistan. 

Entro venerdì, poi, in vista dell’avvio dei negoziati tra il governo afghano e i guerriglieri, si dovrebbe tenere un incontro a Doha tra emissari Usa e talebani. Lo ha riferito una fonte dell’amministrazione Obama: "Penso che entro un paio di giorni gli Usa avranno il primo incontro con i talebani dopo anni", ha riferito la fonte. La Casa Bianca ha definito l’apertura dell’ufficio in Qatar "un primo passo importante verso il percorso probabilmente complesso, lungo e caotico verso la riconciliazione". Washington comunque vuole che i talebani e i gruppi fondamentalisti rompano con Al Qaeda, mettano fine alle violenze, accettino la Costituzione afghana, compresa la parte che riguarda la tutela delle donne e delle minoranze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stonefree

    18 Giugno 2013 - 22:10

    Quando dicevo di riportare i nostri soldati qui perche la popolazione in maggioranza conviveva con loro stessi osteggiando il lavoro di chi li doveva salvare con la stupidità dell'imposizione della democrazia.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    18 Giugno 2013 - 20:08

    non ci credo neanche se lo vedo.

    Report

    Rispondi

blog