Cerca

Lo scontro

Obama: "Ridurre armi nucleari". Putin: "Proposta irricevibile"

Il presidente degli Stati Unti chiede il taglio agli armamenti atomici. Il Capo del Cremlino risponde picche: "Solo se lo fanno tutti"

Obama: "Ridurre armi nucleari". Putin: "Proposta irricevibile"

Barack Obama in prima linea per la riduzione degli armamenti atomici. Rivolgendosi a una folla di circa 6mila persone riunite a Berlino, annuncia. "Ho deciso che noi possiamo garantire la sicurezza degli Usa anche se riduciamo i nostri arsenali atomici strategici fino a un terzo". Quindi l'appello alla Russia, invitata a fare altrettanto e a stringere un accordo in tal senso. Ma la replica di Vladimir Putin è secca e immediata: "Non possiamo permettere che sia violato l'equilibrio del sistema della deterrenza strategica, abbassando l'efficacia delle nostre forze nucleari. La Russia non può considerare seriamente la proposta di disarmo".

"Serve un'intesa" - Il capo del Cremlino spiega che le parole di Obama non sono ricevibili poiché gli Stati Uniti stanno "sviluppando il loro sistema di difesa anti-missile", quindi spiega che "la creazione di un sistema di difesa spaziale resterà uno dei settori chiave dello sviluppo delle forze armate russe". Alla mano tesa di Obama, insomma, Vladimir risponde picche: "Se ne potrà parlare solo se riguarderà tutte le potenze nucleari". Uno schiaffo a Obama, che a Berlino si toglie la giacca - "tanto tra amici possiamo essere informali - e tira dritto per la sua strada ribadendo la necessità di un'intesa tra Washington e Mosca. L'atomo è in cima all'agenda di Barack, che entro la fine del suo mandato presiederà altri due summit sull'argomento "atomico": "Si tratta di passi da compiere - sottolinea - per creare un mondo di pace e giustizia". Ma l'accordo, al momento, pare utopia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • uliclin

    20 Giugno 2013 - 07:07

    Dopo il nobel per la pace a priori, lo smantellamento di Guantanamo, il bombardamento della Libia, le armi ai ribelli siriani, lo spionaggio del mondo intero...dice di voler ridurre le testate nucleari e ovviamente Putin gli risponde con un realistico 'vaffa... parolaio!!'

    Report

    Rispondi

  • 19 Giugno 2013 - 20:08

    Nobel del nulla (alla nocciolina Carter),pavido che scappa di notte dall'Irak, che non esita a bombardare UMANITARIAMENTE inermi per il petrolio, gas e oleodotti (su comando degli sponsor, finanziatori 7 sorelle e qualche fratello massone),che dopo aver destabilizzato con truffe umanitarie ONU: Tunisia,Libia,Egitto,Siria, ora stanno lavorando in Turchia, lui pavido che intavola trattative (da SCONFITTO!!) con i talebani, ora vorrebbe fare la pace??? Ma con chi con se stesso e la sua coscienza di inetto!!!!

    Report

    Rispondi

blog