Cerca

Incredibile negli Usa

Donna dichiarata morta si sveglia
mentre le prelevano gli organi

La donna aveva tentato il suicidio ed era in coma profondissimo per una overdose di farmaci. Condannato l'ospedale di Syracuse, nello stato di New york

Una donna americana ha aperto gli occhi poco prima che i chirurghi potessero prelevarle gli organi per un trapianto. Colleen Burns, questo il nome della quarantenne, era stata portata al St. Joseph's Hospital di Syracuse (Stato di New York) nel 2009 per un' overdose di farmaci e dichiarata morta. La sua famiglia - riporta il 'Telegraph' - aveva deciso di spegnere le macchine che la tenevano in vita e di donare i suoi organi. Ma una volta portata in sala operatoria, la donna ha improvvisamente aperto gli occhi con grande sorpresa dei medici e un bello 'shock' per la paziente. La signora Burns, madre di tre figli, e' stata poi dimessa dall'ospedale una quindicina di giorni dopo l'operazione, ma dopo due anni si e' tolta la vita.

Solo ora e' arrivata la sentenza del tribunale che aveva aperto un'inchiesta. La famiglia non ha denunciato l'ospedale, a farlo e' stato il dipartimento di Salute dello Stato che ha deciso di portare in giudizio la struttura, reputando "inaccettabile l'accaduto" e criticando gli operatori "per non aver indagato correttamente" sul decesso. L'ospedale e' stato infine condannato a pagare 22 mila dollari di sanzione per la cattiva gestione del caso. L'inchiesta avviata dalle autorita' ha riscontrato "un catalogo di errori nella gestione del caso della signora Burns". Secondo gli esperti che hanno analizzato il caso, "l'overdose di farmaci aveva causato un coma profondo, ma i medici non avevano prestato la giusta attenzione a questo aspetto. Inoltre, il giorno prima dell'intervento un'infermiera aveva effettuato i test dei riflessi sotto la pianta del piede per verificare la sua risposta e anche in questo caso, di fronte ad un leggero movimento di un dito, nessuno si era preoccupato di segnalare l'accaduto. Infine - concludono i tecnici - mentre la Burns era in procinto di entrare in sala chirurgica, mostrava i segni della respirazione: le sue labbra e la lingua si muovevano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Janses68

    15 Luglio 2013 - 16:04

    Nooo la lobby dei trapianti noo... che schifo. Non ci credo se non lo vedo.

    Report

    Rispondi

  • gianko

    10 Luglio 2013 - 20:08

    se tu navigassi un po' di più (oh emerito ignorante!!) visiteresti i siti contrari alla PREDAZIONE, es. ...antipredazione.org "Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente" e sapresti (tra gli altri casi) di un giovane turista tedesco (per sua fortuna con padre danaroso e non imbecille come te) che dopo un incidente grave era già PRONTO X LO SQUARTAMENTO.. il padre piombò come una tigre in aereo con l'avvocato e si riportò il *MORTO CEREBRALE* in Germania dove tuttora vive.. vai a trovarlo e sparagli le tue cazzate, che ti farà ingoiare i denti, CRETINO!! trovi il nome e cognome e la città.. vai.. vai che poi ridiamo; perchè tu non ti fai squartare, visto che tu sei già *MORTO CEREBRALMENTE*?

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    10 Luglio 2013 - 13:01

    Sicuri che non fosse Siracusa?

    Report

    Rispondi

  • Peo

    10 Luglio 2013 - 12:12

    Un qualche filmato (ce ne sono...) su Youtube o fallo trasmettere (non avverrà mai) alla tv dell'intero procedimento di un espianto! Dai! Con riprese degli strumenti che attestano il picco pressorio dell'organismo (VIVOOO) che reagisce secondo fisiologia all'insulto chirurgico. Dai, che si veda l'ECG normale e regolare! E che poi - ovviamente- diviene piatto e i macchinari emettono il loro classico fischio di allarme. Volgliamo osservare il colorito roseo del corpo, i fremiti del petto (cuore battente) e verificare il respiro del paziente. E poi facci vedere dopo il tutto, quando è diventato il cadavere che prima NON era. E vediamo poi quanta gente ci sta a farsi squartare o a permetterlo su un suo caro!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog