Cerca

Abbaglio da dipendenza

Entra in casa dei vicini e ruba un'urna per ceneri, pensava fosse cocaina.

Arrestato il 28enne del Tennessee. La nonna del ladro: "Forse era ubriaco, ma non ha sniffato"

cocaina

cocaina

La dipendenza dalla droga gioca brutta scherzi e fa commettere sciocchezze. Questa volta, il protagonsta è il ventottenne William "Billy" Cantrell, arrestato in Tennessee per furto. Il giovane ha preso un abbaglio: ha confuso l'urna per ceneri che il vicino Steven Medley teneva in casa, per un vaso di cocaina, non facendo caso alle date incise sopra. Poi ha afferrato una consolle Xbox e si è andato a nascondere con il suo "cospicuo bottino" nella casa della nonna a Nashville. L'anziana signora, al momento dell'arresto, ha dichiarato che il nipote soffre di disturbi psichici e che, probabilmente, non era sobrio: "William pensava fosse droga", ha detto la nonna, Wanda Allen, a News Channel 5. La buona notizia? E' sempre la nonna a sostenere che il nipote non abbia sniffato i resti della madre di Medley. A giustificare il ladro di ceneri, ci si mette anche la madre, secondo cui il figlio vivrebbe in uno stato di semicoscienza e che quindi non era in sé al momento del furto: "Non sto dicendo che non è colpevole, ma non sapeva che cosa stava rubando".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • accanove

    26 Luglio 2013 - 09:09

    meglio non dirlo forte in giro o nasce la moda, i tossici hanno già provato di tutto compreso il detersivo in polvere

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    25 Luglio 2013 - 23:11

    e ti allunghi la vita. Ma si può essere più deficienti!

    Report

    Rispondi

blog