Cerca

La polemica

Francia, bufera su Carla Bruni: "Soldi pubblici per il suo sito"

La petizione raccoglie migliaia di firme: "Restituisca quei 410mila euro". Il caso risale ai tempi in cui Sarkò era premier. Lei smentisce: "Soldi della Fondazione"

Carla Bruni

Carla Bruni

Migliaia di firme sono già state raccolte sul web contro l'ex première dame, Carla Bruni. La signora Sarkozy è finita nell'occhio del ciclone perché viene accusata di aver finanziato il sito internet della sua fondazione con i soldi pubblici: nel mirino ci sono 410mila euro. La perentoria richiesta è quella del rimborso: "Restituisca la somma sborsata dallo Stato quando il marito Sarkozy era presidente".

Il caso - La petizione è stata lanciata da Nicolas Bousquet, un web-designer che, date le sue conoscenze nel settore, ritiene la somma spesa da Carlà spropositata. Almeno 40 volte più alta di quella di mercato. "Il sito è semplice semplice, non ha richiesto particolari sforzi tecnici e alcune parti non vegnono regolarmente aggiornate" afferma. "Visto che la Fondazione Carla Bruni agisce per aiutare le persone vulnerabili, le chiediamo di restituire questi soldi facendo un dono di 410mila euro ad associazioni caritative che operano per i più bisognosi", spiegano i firmatari, che tengono anche a sottolineare come i cittadini non siano "la banca dei propri eletti: paghiamo le tasse per la comunità, non per soddisfare i loro capricci lussuosi o quelli dei loro cari".

La reazione - Da parte sua, la signora Bruni-Sarkozy cerca di giustificarsi, negando che i contenuti del sito siano stati finanziati con i soldi pubblici. "Tutti i contenuti visibili su questo sito sono stati integralmente finanziati dalla Fondazione. Non sono stati in alcun modo finanziati dallo Stato o da qualsiasi altra entità esterna alla Fondazione, e questo dai tempi della creazione del sito", dice. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    27 Luglio 2013 - 13:01

    non e' MAI successo che una bella donna restituisce i soldi, diventano belve ma i soldi non li mollano MAI

    Report

    Rispondi

  • rosablulibero

    27 Luglio 2013 - 12:12

    Mi ricordo quando disse "...mi vergogno di essere italiana...". I francesi però che hanno le palle, non si vergogneranno di mandarla a .........Ma la vera "meraviglia" é la Fondazione "per aiutare le persone vulnerabili"......Lei che ha sempre vissuto, da ipocrita classista radical-chic nel lusso più sfrenato, tra castelli, yacht, optionals costosissimi............ aveva proprio bisogno di una Fondazione? Sì per fare quello che fanno moltissime Fondazioni in tutto il mondo!!!..........

    Report

    Rispondi

  • gibuizza

    27 Luglio 2013 - 11:11

    E chi li ha dati i soldi alla Fondazione???

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    27 Luglio 2013 - 11:11

    Non è che adesso i francesi ce la rimandano in Italia?! Di schifezze ne abbiamo già in abbondanza.

    Report

    Rispondi

blog