Cerca

Deragliamento a Santiago de Compostela

Spagna, scarcerato il macchinista del treno
Il giudice gli ritira il passaporto

Francisco Garzon

Francisco Garzon

E’ stato scarcerato dai giudici spagnoli ed è ora a piede libero Francisco Garzon, il macchinista che mercoledì 24 luglio ha causato il deragliamento del treno alle porte di Santiago di Compostela, in cui sono morte 79 persone. Il quotidiano El Pais riporta che i magistrati, al termine di un interrogatorio durato oltre 2 ore, gli hanno confiscato il passaporto e hanno disposto che fino alla conclusione del processo dovrà presentarsi in tribunale ogni settimana ma è di fatto libero. 

Garzon, 52 anni, incriminato per omicidio colposo, al momento del deragliamento andava a 190 chilometri orari in una tratta in cui la velocità massima consentita era 80. . Al momento del deragliamento il treno procedeva a 190 km/h in un punto in cui la velocità massima consentita era di 80. Ieri, domenica 28 luglio, scadevano le 72 ore di detenzione preventiva.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ketaon_01

    30 Luglio 2013 - 08:08

    Cosa bisogna fare per vedere questa gente in carcere? 80 Morti ed è libero ? Ammazzi 3 persone con piccone e sei libero ? La voce che dovrebbero sentire tutti i giudici e gli avvocati che difendono questa gente "vaffanculo stronzo sei un perdente"

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    30 Luglio 2013 - 00:12

    Che la nostra magistratura andando in ferie ha il secondo lavoro in Spagna? Visti i risultati mi vengono molti sospetti.

    Report

    Rispondi

  • Fonzy

    29 Luglio 2013 - 18:06

    vantaggiosa per il macchinista iberico sarebbe la seguente. Si faccia estradare in Italia (la cosa è possibile poichè purtroppo è morto anche un ragazzo italiano). Si faccia fare una bella perizia psichiatrica, possibilmente da quegli emeriti anal-isti grazie ai quali il picconatore Kabobo non farà neppure un'ora di prigione. Come lui dica che 'sentiva delle voci' che nel caso della risorsa extra-comunitaria dicevano di ammazzare quanti più italiani possibile, mentre nel caso del macchinista gli dicevano di correre sempre più veloce. Vedrà che se la caverà alla grande.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    29 Luglio 2013 - 11:11

    tempi da rispettare che il macchinista sapeva benissimo. Pare tanto un comportamento di un kamikaze, un attentato più che un incidente. Non è che questo macchinista si è convertito all'Islam e....Oppure visto la situazione economica disastrosa in Spagna come qui da noi in Italia, il macchinista in un momento di follia abbia pensato di suicidarsi coinvolgendo tante altre persone, mentre lui poi alla fine si è salvato? Perché comportarsi così?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog