Cerca

Nord Corea, per 2 giornaliste

12 anni di lavori forzati

Nord Corea, per 2 giornaliste


Le due giornaliste americane, arrestate in Corea del Nord con l'accusa di essere entrate illegalmente nel Paese con intenti ‘ostili’, sono state condannate a 12 anni di lavori forzati. Euna Lee e Laura Ling, appartenenti alla scuderia di Current Tv dell'ex vicepresidente Al Gore, erano state arrestate, il 17 marzo lungo il fiume Tumen, dalle guardie di frontiera di Pyongyang mentre stavano realizzando un reportage sui rifugiati al confine tra Cina e Corea del Nord. Repentina la reazione di Washington. "Siamo impegnati attraverso tutti i canali per arrivare alla loro liberazione", ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato, Ian Kelly, confermando le preoccupazioni Usa per la condanna. "I nostri pensieri sono per le famiglie delle due giornaliste in questi momenti così difficili - ha aggiunto Kelly -. Ancora una volta chiediamo alla Corea del Nord di rilasciare le due giornaliste americane per motivi umanitari".
Già in passato altri giornalisti americani erano stati catturati in Corea del Nord e liberati soltanto grazie un intervento individuale e non istituzionale. Per questo non è escluso che l'ex vicepresidente Al Gore intraprenda una missione a Pyongyang per ottenere il rilascio delle due donne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog