Cerca

Il caso

Non la riconosce, commessa si rifiuta di vendere una borsa "troppo cara" a Oprah Winfrey

La conduttrice afroamericana: "Sono stata vittima di razzismo". Il negozio si scusa

Non la riconosce, commessa si rifiuta di vendere una borsa "troppo cara" a Oprah Winfrey

Avete presente la scena del film "Pretty Woman", in cui Julia Roberts entra nella botique da cui era stata snobbata e compra tutto? E' quello che avrebbe potuto fare Oprah Winfrey, una delle donne più potenti e conosciute d'America. La conduttrice è entrata in un negozio di lusso a Zurigo, Svizzera, chiedendo di vedere una borsa di coccodrillo. La commessa italiana, che evidentemente non l'ha riconosciuta, ha pensato bene di suggrirle qualcosa "più alla sua portata", adducendo che il prezzo della borsa era davvero esagerato (28mila euro). Lo ha raccontato la stessa Oprah in una trasmissione televisiva statunitense, condotta da Larry King

Con un patrimonio di oltre 2 miliardi di euro guadagnati solo tra il 2012 e il 2013, la regina afroamericana ha detto di "essersi sentita vittima di razzismo", e di non essere rientrata nel negozio a comprare tutto solo perché poi "le provvigioni sarebbero andate alla commessa". La quale si è difesa affermando di non aver riconosciuto Oprah, e di essersi comportata in quel modo per "non ferire i suoi sentimenti", e di "non aver avuto cattive intenzioni". La proprietaria del negozio "Trois Pommes", Trudie Gotz, si dice costernata e dispiaciuta per l'accaduto: "Tuttavia non posso rimproverare nulla alla commessa, la quale non parla inglese come prima lingua e si è comportata nel modo che riteneva più giusto. Non voleva offendere nessuno". Intanto l'Ente svizzero del turismo si è scusato via Twitter: "Siamo adirati, questa persona (la commessa ndr) ha agito in modo terribilmente sbagliato, ci dispiace per quanto accaduto a Oprah. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • KingKameha

    11 Agosto 2013 - 16:04

    Scherziamo, Non Conoscere Oprah! Oprah, nel comperando pubblicita, con problemi di reditti nel rosso, rete OWN , ha dovuto liberarsi di palazzine a chicago con grande perdite monetarie. BIG PUBLICITY STUNT. L'Ho fatto il medesimo STUNT. Fa chiachere nel talk-show.

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    10 Agosto 2013 - 16:04

    Secondo me il razzismo non c'entra per niente. La commessa ha solo detto " questa è molto cara" non risulta il seguito. Cosa ha risposto la signora miliardaria? Una persona normale avrebbe detto "guardi che me lo posso permettere" e non sarebbe successo niente.Forse invece la signora giornalista più potente del mondo si è incazzata!!! Magari si aspettava di essere riconosciuta senza rendersi conto che negli Usa la conoscono tutti, in Europa non la conosce nessuno!Io, per esempio, questa Oprah manco sapevo che esistesse: se la incontrassi per strada la guarderei perchè è una bella donna ma non perchè è famosa oltremodo negli Usa.

    Report

    Rispondi

  • gino45

    10 Agosto 2013 - 15:03

    Se prima la conoscevano solo negli Stati Uniti, adesso la conoscono in tutto il mondo.Se la commessa non è stata licenziata, qualche ragione dalla sua parte ci sarà. Forse è stato un atto di prudenza, avrebbero potuto strappargliela dalle mani, la borsa (30.000 euro), e scappare. IN ITALIA SUCCEDE TUTTI I GIORNI.

    Report

    Rispondi

  • Gnaghi

    10 Agosto 2013 - 14:02

    @ "a parte": e perche' occorre sapere chi sia? Quando si va da un concessionario per vedere una macchina a caso, una bmw, occorre prima avere rilasciato un'intervista ad un giornale locale? @ "VIParoli": ma dove hai letto che 'era vestita come una barbona? Il punto e' molto semplice ed e' inutile che cerchiate di girarci alla larga: il rifiuto e' stato generato dal razzismo delle commessa di fronte ad una cliente dalla pelle scura. Punto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog